Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Archivio per il tag “Citazioni Vargas LLoca”

Il sogno del celta – Mario Vargas Llosa

“Quando aprirono la porta della cella, insieme al fiotto di luce e a un colpo di vento, entrò anche il rumore della strada che i muri di pietra attutivano del tutto, e Roger si ridestò, spaventato.”

“Ma qualche volta lei non prova rimorsi, cattiva coscienza, per quello che facciamo?”

“Ciò di cui invece si accorse per bene fu l’apparire e l’imperare in quegli infiniti domini del simbolo della colonizzazione: la chicote.”

“L’avventura europea dell’Africa era forse quel che si diceva, quel che si scriveva, quel che si credeva?”

“La verità, la verità era che negli anni in cui era stato lì, di europei che non trattassero i negri come animali senz’anima, che si potevano ingannare, sfruttare, frustrare, addirittura ammazzare senza il minimo rimorso, ne aveva incontrato soltanto un numero per cui bastavano le dita d’una mano.”

“Appariva ozioso domandarsi se la colonizzazione fosse buona o cattiva, se, abbandonati al loro destino, per i congolesi sarebbe andata meglio che con gli europei.”

“Non era ateo, né agnostico, ma qualcosa di più incerto, un indifferente che non negava l’esistenza di Dio – il principio primo – ma incapace di sentirsi a proprio agio nel seno di una chiesa, in solidarietà e fratellanza con altri fedeli, parte di un denominatore comune.”

“Tornò agli scacchi e alle partite di bridge.”

“La piaga che aveva fatto volatilizzare buona parte dei congolesi del Medio e Alto Congo erano la cupidigia, la crudeltà, il caucciù, la disumanità di un sistema, l’implacabile sfruttamento degli africani da parte dei coloni europei.”

“Che fosse così l’inferno che Dante aveva descritto nella Divina Commedia?”

“Se c’è una cosa che ho appreso nel Congo, è che non c’è belva più sanguinaria dell’essere umano.”

“Sono molto cattolico. Là, in Europa, ho sempre cercato di essere coerente con i miei principi. Qui, nel Congo, questo non è possibile, signor console. Questa è la triste verità.”

“Non era anche l’Irlanda una colonia, come il Congo?”

“Pregare così era un balsamo meraviglioso, lo riportava a quell’infanzia in cui, grazie alla presenza di sua madre, tutto era bello e felice nella vita.”

“Era un uomo piuttosto basso e malfatto. Quello che qui chiamano un cholo, un cholito. Cioè un meticcio.”

“…l’incredulità. Così l’essere umano si difendeva da tutto ciò che dimostrava le indicibili crudeltà alle quali poteva giungere aizzato dalla cupidigia e dai suoi perfidi istinti in un mondo senza leggi.”

“Roger rientrò a casa camminando molto lentamente, senza guardare quello che avveniva nei bar e nei postriboli da dove uscivano le voci, i canti, il suono delle chitarre. Pensava a quei bambini strappati dalle loro tribù, separati dalle famiglie, impacchettati nella sentina di una lancia, portati a Iquitos, venduti per venti o trenta soles a una famiglia dove avrebbero passato una vita spazzando, sfregando, cucinando, pulendo gabinetti, lavando panni sporchi, insultati, battuti e a volte stuprati dal padrone o dai figli del padrone. La storia di sempre. La storia che mai finirà.”

“La malvagità che ci intossica sta dovunque ci siano esseri umani, con le radici ben sprofondate nei nostri cuori.”

“..avevano toccato con mano che la vera ragione per la quale gli europei si trovavano in Africa non era aiutare l’africano a uscire dal paganesimo e dalla barbarie, bensì sfruttarlo con una cupidigia senza limiti per l’abuso e per la crudeltà.”

“Niente è soltanto bianco o soltanto nero, mio caro. Neppure in una causa così giusta. Anche qui ci sono dei grigiori torbidi che offuscano tutto.”

“Qualche volta, poche in verità, mi sembra di riuscirci. Allora, finalmente, sento un pò di pace, un incredibile sollievo. Come certe notti, là in Africa, con la luna piena, con il cielo pieno di stelle, senza un filo di vento, gli alberi immobili, soltanto il brusio degli insetti. Tutto era così bello e tranquillo che quanto mi veniva alla mente era sempre: Dio esiste. Vedendo tutto questo come potrei pensare che non esista?”

Annunci

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: