Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Nelle terre estreme – Jon Krakauer

“Jim Gallien aveva lasciato Fairbanks da circa sei chilometri, quando sul ciglio della strada scorse un ragazzo col pollice alzato, tutto tremante nella neve di una grigia alba d’Alaska. Sembrava piuttosto giovane: diciotto, diciannove anni al massimo.”

“Leggeva molto, usava un sacco di paroloni. Forse quello che l’ha fregato è che pensava troppo.”

“Ma Chris ormai era lontano. Cinque settimane prima aveva caricato tutti gli averi sulla sua Datsun e si era diretto a ovest, senza seguire un itinerario preciso. Sarebbe stata una vera e propria odissea, un viaggio epico che avrebbe cambiato ogni cosa. Per come la vedeva lui, negli ultimi quattro anni si era dedicato a un compito oneroso e assurdo: laurearsi. Adesso, finalmente si sentiva libero, si era lasciato alle spalle i condizionamenti del mondo soffocante dei genitori e simili, quel mondo di superficialità, di sicurezza ed eccessi materialistici che lo escludeva dolorosamente dall’autentico pulsare dell’esistenza.”

“Simbolo della completa rottura col passato fu l’adozione di un nuovo nome: da quel momento non si sarebbe più chiamato Chris McCandless ma Alexander Supertramp, il vagabondo padrone del proprio destino.”

“Chris era dell’idea che non si dovesse possedere più di quanto non si riesca a caricare in spalla correndo alla massima velocità.”

“Ciò che conta sono le esperienze, i ricordi, l’immensa gioia di vivere a fondo, che dischiude il significato vero dell’esistenza. Dio, quanto è meraviglio essere vivi! Grazie. Grazie.”

“Cercava di convincere ogni malcapitato a leggere Il richiamo della foresta.”

“C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura.”

“A differenza di moti di noi, era quel genere di persona che si sforza di mettere in pratica quello in cui crede.”

“Sto per addentrarmi nella natura selvaggia.”

“Come sempre mi sorprese constatare quanto fosse facile andarsene via, e quanto ci si sentisse bene nel farlo. Il mondo d’improvviso si riempiva di possibilità.”

“Al principio di ogni scalata, specialmente se solitaria, senti costantemente il richiamo dell’abisso alle spalle, e per resistere devi compiere uno sforzo tremendo e consapevole, non puoi permetterti di abbassare la guardia un solo istante. Il vuoto, col suo canto di sirena, ti fa salire i nervi a fior di pelle, rende i movimenti incerti, goffi, scoordinati. Ma proseguendo la scalata, ti abitui all’esposizione, a stare gomito a gomito col destino, finisci per credere nell’affidabilità delle tue mani, dei tuoi piedi, della tua testa, finisci per fidarti del tuo autocontrollo.”

“La rivelazione che mio padre fosse umano, e terribilmente umano, andava oltre la mia capacità di perdono.”

“Per non essere mai più avvelenato dalla civiltà, egli sfugge, e solo cammina per smarrirsi nelle terre estreme.”

“Solo allora McCandless si avvide di uno degli assiomi fondamentali del Nord: malgrado l’intuito suggerisca il contrario, è l’inverno, e non l’estate, la stagione migliore per avventurarsi a piedi nella foresta.”

“Chris sorride, e il suo sguardo è inequivocabile: McCanless era in pace, beato come un monaco che va dal Signore.”

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: