Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

La scimmia sulla schiena – William Burroughs

“Nacqui nel 1914 in una solida casa di mattoni a tre piani d’una grande città del Middlewest. I miei genitori erano agiati.”

“Ricordo il lampionaio che accendeva i fanali a gas sulla strada, e la Lincoln enorme, nera, lucente e le gite in macchina nel parco, la domenica. Tutti i puntelli di un modo di vivere sicuro e comodo, ormai scomparso per sempre.”

“Temevo che un giorno o l’altro il sogno sarebbe stato ancora lì al mio risveglio.”

“Non si decide di diventare tossicomani. Un mattino ci si desta in preda al “malessere” e lo si è.”

“Quando si smette di crescere, si incomincia a morire.”

“La droga è un’equazione cellulare che insegna al tossicomane verità di validità generale.”

“Ho imparato l’equazione della droga. La droga non è, come l’alcool o come la marijuana, un mezzo per intensificare il godimento della vita. La droga non è euforia. E’ un modo di vivere.”

“Egli aveva una particolare abilità nello scaraventarti la propria voce direttamente nella coscienza; nessuno strepito esterno riusciva a soffocarla.”

“Le orecchie sporgevano ad angolo retto dal cranio asimmetrico; gli occhi, castani, avevano una singolare luminosità, come se puntini di luce splendessero dietro a essi. La luce della stanza brillava come opale nei puntini luminosi di quegli occhi.”

“La morfina agisce dapprima sul dorso delle gambe, poi alla nuca, un’ondata di rilassamento che si diffonde e allenta i muscoli come staccandoli dalle ossa, per cui si ha l’impressione di galleggiare senza contorni, come se si giacesse in acqua calda e salsa.”

“Ecco invece qual è la verità: la marijuana non dà assolutamente assuefazione. puoi fumare erba per anni e non proverai alcun disagio se improvvisamente non ti sarà più possibile procurarti la droga.”

“Io non conosco alcun’altra sostanza che stuzzichi l’appetito in egual misura.”

“La marijuana non induce proprio nessuno a commettere delitti. Non ho mai visto nessuno a incattivirsi sotto l’influenza dell’erba.”

“Man mano che il vizio prende piede, le altre cose alle quali si interessava l’intossicato si svuotano d’ogni importanza. la vita si riduce alla droga; una dose, e già si guarda con ansia a quella successiva, ai nascondigli e alle ricette, agli aghi e alle pompette contagocce.”

“Non si riusciva a farlo tacere. Quando le persone incominciano a parlare dei propri movimenti intestinali, sono inesorabili quanto i processi di cui stanno discorrendo.”

“Ti riusciva facile immaginarlo indaffarato al quartier generale dei Black and Tan durante i disordini in Irlanda; o in una sudicia grigia toga intento a tradire cristiani; o nell’atto di passare informazioni alla Gestapo, alla Ghepeù; o seduto in un ristorante economico intento a conversare con un agente della squadra narcotici. Sempre lo stesso scarabocchio di uomo, con quella faccia da topo, mal messo, con vestiti antiquati, con quella voce lagnosa penetrante.”

“Quando un individuo fa conoscenza con un suo simile per la prima volta, segue un periodo di reciproco esame, sul piano istintivo della comunicativa spirituale e dell’identificazione.”

“Spacciare droga significa assoggettarsi a un’incessante tensione nervosa. Prima o poi ti prende l’ossessione dei piedipiatti e tutti ti hanno l’aria di poliziotti.”

“La sua era una faccia squadrata da ragazzone americano, una faccia ch’era invecchiata ma non poteva maturare.”

“L’intossicato in preda al malessere della mancanza di droga, non ha scampo dal tempo esteriore, non ha luogo in cui rifugiarsi. Può soltanto aspettare.”

“La vecchia scimmia (a monkey on the back) ti si sta arrampicando sulla schiena? domandò l’uomo con la pipa.”

“L’eccitazione della droga sta nel vivere in condizioni da essa determinate. Non ci si può sottrarre al malessere per la mancanza di droga, così come non è possibile sottrarsi all’euforia della droga dopo una puntura.”

“Mi fece le domande che pongono tutti: – Perchè sente di aver bisogno dei narcotici, signor Lee?.
Quando odi questa domanda puoi star certo che l’uomo il quale te la pone non capisce nulla in fatto di droga.”

“La droga non è euforia. L’importanza della droga per il tossicomane sta nel fatto che essa dà assuefazione. Nessuno sa che cosa sia la droga finché non prova il malessere.”

“Tutto sembra diverso, più nitido. Poi ti afflosci di nuovo.”

“Quella del penalista è una delle poche professioni in cui il cliente acquista la fortuna di un altro. La fortuna della maggior parte delle persone è assolutamente non trasferibile. Ma un buon penalista può vendere tutta la sua fortuna al cliente, e quanta più fortuna vende, tanto più ne ha da venderne.”

“Erano ormai tre mesi che stavo lontano dalla droga. Mi bastarono tre soli giorni per ricominciare.”

“La droga prende tutto e non dà nulla, tranne la garanzia contro il malessere.”

“Ricordavo giorni lontani, quando stavo a letto accanto a mia madre, contemplando le luci della strada muoversi sul soffitto e giù per le pareti. Provavo una nostalgia acuta dei fischi dei treni, degli accordi di un pianoforte nella via di qualche città, delle foglie secche bruciate.”

“Mi rilassai, sforzandomi di sintonizzarmi sulle mie viscere e di scoprire che cosa avessi. Non presentivo la morte, nè notavo i sintomi d’una malattia grave. Mi sentivo stanco, pesto, languido. Giacevo a occhi chiusi nella stanza che andava oscurandosi.”

“Il Lola non aveva nè un passato né un futuro. Il locale era una sala d’aspetto.”

“Le ragazze ridacchiavano. Le conversazioni erano di una banalità da incubo, dadi parlanti versati nelle sedie di tubo metallico, aggregati umani che si disintegravano in una follia cosmica, eventi casuali in un universo morente.”

“Certi individui riesci a riconoscerli sin dove giunge il tuo sguardo; di altri non puoi essere sicuro finchè non li hai così vicini da toccarli.”

“Sentii una punta dell’eccitazione di un tempo, come quando incontri qualcuno con il quale eri solito andare a letto e a un tratto l’eccitazione è di nuovo lì e tutti e due sapete che state per andare a letto di nuovo.”

“Tenni un fiammifero acceso sotto il cucchiaio finché la morfina non si fu sciolta. la cocaina non si deve mai scaldare. Aggiunsi un pò di coca sulla punta della lama di un coltello, ed essa si sciolse all’istante, come neve che cade nell’acqua. Mi avvolsi intorno al braccio una cravatta logora. Avevo il respiro corto per l’eccitazione e mi tremavano le mani.”

“Ma dopo una puntura si afflosciano su una sedia come poppanti rassegnati, aspettando che la vita porga loro di nuovo il biberon.”

“Mi pratica una puntura insieme a lui e incominciò la consueta routine del che-cosa-ne-è-stato-di-questo-e-di-quell’altro.”

“Decisi che era tempo di levare le tende e di dirigermi al Sud.”

“Euforia significa vedere le cose sotto una prospettiva tutta particolare. Euforia significa liberazione momentanea dalle imposizioni della carne che invecchia, della carne prudente, esasperante, spaventata. Forse io troverò nello yage quello che cercavo nella droga, nella marijuana, nella cocaina. Lo yage può essere l’ultima dose.”

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: