Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Signori bambini – Daniel Pennac

“Immaginazione non significa menzogna.
Crastaing lo urlava senza alzare la voce”

“…una donna o un uomo più che maturi si svegliano tutte le mattine, si lavano i denti quasi privi di gengive, valutano il cascare di un seno, la flaccidità di un doppio mento, aprono una lettera dell’erario, provano una stizza da bambino incompreso di fronte all’ostrogoto intimidatorio della pubblica amministrazione, rimandano la risposta all’indomani, afferrano la loro cartella da prof, si infilano nella metropolitana con in bocca un avanzo di pane e burro e una mezz’ora dopo guardano dall’alto in basso una ragazzina di dodici anni e tre mesi: Mi dica, Fontange.”

“La verità non è sui giornali! La verità non è nel vostro televisore. La verità non è neppure in quello che dice la gente intorno a voi.”

“Detesto gli uomini sporchi sotto i vestiti puliti.”

“Il quotidiano che informa ci preserva dalla quotidianità che disturba.”

“Quante donne ci sono nella migliore delle donne?”

“Cerca un’idea sotto il cono della lampada. Come tutti quelli della sua età, si è convinto molto presto di non avere idee. Un ragazzo senza idee, una bottiglia vuota sulla corrente della vita…”

“Quel che complica tutto è che la maggior parte dei bambini fanno i bambini, e quasi tutti gli adulti giocano agli adulti. E’ una cosa molto difficile da valutare, l’età.”

“L’uomo è una costante variabile.”

“Joseph l’ha sentito subito, non era il momento di chiamare.
Non sappiamo mai dove cascano, i nostri colpi di telefono.”

“La vita non fa domande, Igor, e il suicidio non è una risposta.”

“E posso confermare una verità sulla morte, e cioè che non c’è niente da dire; tutto quello che si dice di lei la precede. A meno che uno non viva nella menzogna, bisogna ammettere che si scompare. E’ quel che è successo a me.”

“E’ la sua durata, e solo questa, che conferisce autenticità al reale.”

“La mattina in cui ho compiuto dieci anni, dissi immobilizzandola, ho fatto un piccolo conto. Il giorno prima avevo 9 anni, quella mattina 10, ero passato da una a due cifre. E sai cosa mi sono detto? Che non avevo la minima possibilità di passare a tre cifre! E questo mi ha stroncato il morale per il resto dei miei giorni”

“Morire significa seppellire tutti in una volta sola.”

“E’ tutta la mia giovinezza… Coppi e Bartali sulla stessa bici.”

“La topaia dello scapolo, il suo odore di rancido e la sua vista impagabile sul muro di fronte.”

“L’uomo torna uomo, qualsiasi cosa gli facciamo, cicatrizza.”

“Non ci sono spiegazioni possibili nelle vecchie amicizie. Ogni rimprovero dell’uno risveglia nell’altro il sospetto di un’offesa più antica (non sono stato io a cominciare). Gli amici credono di lottare in nome del sentimento tradito, ma è la loro innocenza che difendono, non la loro amicizia. E la passione dell’innocenza scatena le guerre più cruente.”

“Una camera dei bambini da mettere in ordine è una vita da costruire.”

“I bambini sono enigmi luminosi”

“E ricordatevi una cosa: un cliente soddisfatto è un cliente che torna.”

“Darei qualcosa, mi sentite, assolutamente qualsiasi cosa, per fare mio solo un secondo della vostra infanzia! Provarne la gioia imbecille! L’ignoranza così piena! I dispiaceri ottusi! La propensione alle passioni a ripetizione, ai rinnegamenti fulminei, all’oblio a comando, alla cicatrizzazione immediata! La sbalorditiva assenza di motivazioni! L’ebbrezza del presente! La coscienza puramente digestiva! Darei qualsiasi cosa per essere stupido, un istante, come un bambino! Godere appieno di questa stupidità.”

“Sono in molti in queste condizioni: amputati della loro infanzia, spinti prematuramente alla corsa delle ambizioni, programmati sin dall’ovulo, operativi da subito, professionali dalla culla, li troviamo a capo dei Governi, delle Gigantesche Imprese, dei Laboratori monumentali, delle Banche Mondiali di questo, dei Fondi Monetari di quello, Amministratori di Astrazioni, Grandi Faccendieri di Risorse Umane, per nulla emotivi e che se ne vantano!

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: