Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Il piccolo principe – Antoine de Saint-Exupéry

“Tutti gli adulti sono stati bambini una volta (ma pochi se ne ricordano)”

“Una volta, quando avevo sei anni, in un libro sulle foreste vergini intitolato Storie vissute, vidi un magnifico disegno. L’immagine rappresentava un boa nell’atto di ingoiare una preda. Ecco la copia del disegno.”

“Gli adulti non capiscono mai niente da soli e i bambini si stancano ogni volta a spiegargli tutto…”

“Ho incontrato molte persone importanti nella mia vita. Ho vissuto a lungo tra gli adulti. Li ho osservati proprio da vicino. Ma l’opinione che ho di loro non è migliorata.”

“Allora non parlavo di boa, di foreste vergini, né di stelle. Mi abbassavo al suo livello. Gli parlavo di bridge, di golf, di politica e di cravatte. E l’adulto in questione era ben felice di conoscere qualcuno così tanto ragionevole…”

“Chinò il capo verso il disegno:
-Non così piccola da…Oh guarda! Si è addormentata…-
Fu così che conobbi il piccolo principe.”

“Il piccolo principe, che mi faceva una domanda dopo l’altra, sembrava che non sentisse mai le mie.”

“E aggiunse, forse con un pò di malinconia:
Dritto davanti a sé non si può andare molto lontano.”

“Gli adulti amano le cifre. Quando voi gli parlate di un nuovo amico, non si interessano mai alle cose essenziali.
Non vi domandano: -Qual è il tono della sua voce? Quali sono i suoi giochi preferiti? Colleziona farfalle? – Ma vi domandano: -Quanti anni ha? Quanti fratelli? Quanto pesa? Quanto guadagna suo padre? –
Solo allora credono di conoscerlo.”

“I bambini devono essere indulgenti con gli adulti.
Ma certo, noi che comprendiamo la vita, noi ce ne infischiamo dei numeri.”

“In verità non mi piace che si legga il mio libro alla leggere”

“E’ triste dimenticare un amico.”

“Sai…quando si è molto tristi si amano i tramonti.”

“Io conosco un pianeta su cui c’è un signor sempre rosso di rabbia. Non ha mai respirato un fiore. Non ha mai guardato una stella. Non ha mai amato nessuno. Non ha fatto altro che addizioni. E tutto il giorno ripete come te: Io sono un uomo serio! Io sono un uomo serio-, e si gonfia di orgoglio. Ma non è un uomo, è un fungo.”

“Aveva preso sul serio delle parole senza importanza, ed era diventato infelice.”

“Non sapeva che per i re il mondo è molto semplificato. Tutti gli uomini sono dei sudditi.”

“Se ordinassi a un generale di volare da un fiore all’altro come una farfalla, o di scrivere una tragedia, o di trasformarsi in un uccello marino, e se il generale non eseguisse l’ordine ricevuto, chi avrebbe torto, lui o io?”

“Bisogna esigere da ciascuno quello che ciascuno può fare.”

“Per i vanitosi tutti gli altri uomini sono degli ammiratori.”

“I vanitosi non sentono altro che le lodi.”

“I libri di geografia – disse il geografo – sono i più preziosi tra tutti i libri. Non passano mai di moda. E’ molto raro che una montagna cambi di posto. E’ molto raro che un oceano si prosciughi. Noi descriviamo delle cose eterne.”

“…ripeteva il piccolo principe che in vita sua non aveva mai rinunciato a una domanda una volta che l’aveva fatta.”

“Ci si sente un pò soli nel deserto…
Si è soli anche tra gli uomini – disse il serpente.”

“Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno più amici.”

“Ecco il mio segreto. E’ molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.”

“Non si è mai contenti dove si sta.”

“Solo i bambini sanno quello che cercano – disse il piccolo principe. Perdono tempo per una bambola di pezza, e lei diventa così importante che, se gli viene tolta, piangono..:”

“Mi è sempre piaciuto il deserto. Ci si siede su una duna di sabbia. Non si vede nulla. Non si sente nulla. E tuttavia qualche cosa risplende il silenzio..”

“Come quando ero piccolo, le luci dell’albero di Natale, la musica della Messa di mezzanotte, la dolcezza nei sorrisi, facevano risplendere i doni che ricevevo.”

“Ma gli occhi sono ciechi. Bisogna cercare con il cuore.”

“E’ come per il fiore. Se tu vuoi bene a un fiore che si trova su una stella, è dolce, la notte, guardare il cielo. Tutte le stelle sono fiorite.”

“E quando ti sarai consolato (ci si consola sempre), sarai contento di avermi conosciuto.”

“E’ tutto un grande mistero. Anche per voi che amate il piccolo principe, come per me, nulla rimane uguale nell’universo se da qualche parte, non si sa dove, una pecora che non conosciamo ha mangiato una rosa, oppure no…
Guardate il cielo. Domandatevi: La pecora ha mangiato o non ha mangiato il fiore? – E vedrete come tutto cambia…
E nessun adulto capirà mai perchè questo è così importante.”

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: