Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

L’avvocato Sanspapiers – Ennio Tinaglia

“La giornata era cominciata male.
Niente di particolarmente grave, solo piccoli incidenti, che però si erano inanellati uno dietro l’altro alterando, con la loro scomoda presenza, l’ordinaria routine casalinga.”

“Leggere il giornale era un rito quotidiano al quale difficilmente rinunciava, perchè gli consentiva piroette mentali e gli forniva l’occasione di intrecciare con se stesso fitti dialoghi in cui inneggiava al cinismo e esorcizzava l’indicibile in una sorta di effetto catartico.”

“Aprire il giornale, sentire il fruscio intrigante della carta e respirare a pieni polmoni l’odore di petrolio che ne sprigionava, tuffandosi con avida curiosità nella lettura degli articoli, gli procuravano un piacere intenso quasi fisico.”

“Negli anni aveva imparato che quella prassi faceva parte del gioco delle parti e del teatro della vita: i vivi parlavano bene dei morti, sempre e comunque, e così sia.”

“Solo qualche anno prima Dante non avrebbe esitato un solo istante a mandarlo a quel paese; del resto, quando un cliente si esprime in quei termini, è segno che il rapporto di fiducia con il suo avvocato si è incrinato. Tanto vale romperlo del tutto, e subito.”

“Era un avvocato e un avvocato senza processi è come un allenatore senza ingaggi o una puttana senza clienti.”

“Basta musica e basta rivoluzione: era il tempo di giacca, cravatta e borsa di cuoio. Il tempo dei sogni era finito.”

“Non ci volle molto per ripulire la scrivania: vi erano solo una mezza dozzina di fascicoli. Gli venne da pensare a quando su quel tavolo non c’era spazio neppure per posare una penna, tanto era ingombro di carpette, appunti, avvisi, faldoni. Era praticamente diventato un avvocato senza carte, s’, insomma, una sorta di Sanspapiers.”

“Per esperienza sapeva che i clienti sono portati a eccessive semplificazioni e a trasformare ragionevoli ipotesi in inossidabili certezze.”

“Tu non fai l’avvocato, tu sei un avvocato, si diceva sempre.
Si appropriava a un processo come uno scultore a una massa informe di creta o un pittore a una tela bianca. Plasmarlo, dargli forma, accompagnarlo pian piano dalla fase delle indagini a quella del giudizio gli procurava un’intima soddisfazione.”

“Era un bravo avvocato, tutto qui.”

“Il colloquio con il proprio avvocato è un momento molto importante per chi è dentro una cella: il mondo esterno ti manca maledettamente, lo senti lontano, irraggiungibile. E’ come se temessi che il mondo possa andare in un’altra direzione e lasciarti per sempre lì, dove tutto ha un colore diverso, dove tutto è altro rispetto a ciò che è fuori.
La visita settimanale di un familiare, il colloquio con l’avvocato, una lettera che ti giunge da fuori, tutto questo serve a dirti: il mondo è qui che ti aspetta. E lui questo lo sapeva benissimo.”

“La sala avvocati, spesso, è un luogo di libera circolazione della cultura giuridica.”

“E’ così che lavorava: la prima stesura di un atto difensivo non era mai quella definitiva. L’atto doveva restare a invecchiare come il vino dentro una botte.”

“Era andata così, punto. Qualcuno o qualcosa aveva deciso che quelle due anime che vagavano per l’universo dovevano incontrarsi e fondersi in un’unica realtà.”

“Ognuno ascoltava l’altro fingendosi interessato e compiaciuto per le altrui meraviglie, ma in realtà aspettava solo il momento giusto per sfoderare il proprio pedigree.”

“Avere una bella donna al fianco è una cosa assai gratificante rispetto al mondo che ti circonda.”

“L’assassino sul banco della vittima, una delle più bieche ingiustizie dell’umanità.”

“Esercitare la professione è cosa assai costosa: guadagni o non guadagni, il solo fatto di essere avvocato comporta alcuni costi fissi ineliminabili. Lo studio, il telefono, le pulizie, la luce, la segretaria, la carta, il toner per la stampante, il fax, gli abbonamenti alle riviste, la cassa di previdenza, le tasse, i corsi di aggiornamento. Insomma, un bel pò di quattrini. Quindi, o guadagni abbastanza da coprire le spese e assicurarti un tenore di vita appena decente, o vai in default.”

“E li guardi gli avvocati, li osservi, li vedi lì, nei corridoi o nelle aule del palazzo, tutti sorridenti, indaffarati, incravattati, inamidati, super competitivi, traboccanti di IPad, Iphone, agende elettroniche, studi megagalattici, scrivanie in radica, segretarie coscialunga, internet, web, pareri online, competitività, innovazione, concorrenza, mercato, Audi, BMW, Mercedes, happy hour, aperitivi rinforzati, presidenti di municipalizzate, presidenti di CDA, consulenti regionali, ministri, deputati, assessori. Ma l’avvocato non dovrebbe essere un’altra cosa dal potere?”

“Era un modo per dire: Attenzione, quest’uomo, che può sembrare un ultimo, non è solo: c’è accanto a lui una sentinella del diritto.”

“L’attesa della sentenza è, per ogni avvocato, un momento di particolare intensità. Molti si ostinano a non volerlo ammettere o ad ostentare una sorta di indifferenza. Mentono. Attendere una sentenza produce sempre ansia, sofferenza.”

“Le sentenze della Cassazione sono quelle che, più di tutte, affondano le mani nella carne e nel sangue. E l’avvocato difensore sa che c’è sempre qualcuno in attesa. Toccherà a lui il compito di telefonare e dire: E’ andata male: domani si spalancheranno le porte del carcere – e toccherà a lui, all’avvocato difensore, il compito di dire: C’è l’abbiamo fatta, il ricorso è stato accolto.”

“Che strana categoria quella degli avvocati: ostentare certezze e sicurezze sempre e comunque. Sembra una sorta di primo comandamento.”

“La professione dell’avvocato è come una bella donna: volubile, capricciosa, umorale, perfida. Può darti tutto oggi e riprenderselo il giorno dopo. Ti sorride, ti ammicca, tu le corri dietro perdutamente innamorato e lei, improvvisamente, ti volta le spalle.”

“Passava in rassegna gli anni trascorsi tra studio e aule di giustizia. Gli anni della pratica, i primi clienti, le prime vittorie, le sconfitte, gli errori, situazioni comuni a tutti gli avvocati.”

“E da qualche giorno si fa pure negare al telefono…
Questo posso anche capirlo: magari tu lo tormenti con continue, inutili telefonate…
Ma io l’ho pagato, e anche bene!
Appunto, lo hai pagato, non lo hai mica comprato!”

“I processi sono, per definizione, un fatto dinamico, fluido, magmatico. E’ come muoversi in una zona paludosa piena di sabbie mobili che possono risucchiarti quando meno te lo aspetti: ogni mossa deve essere prudente, valutata, calibrata. Nulla, ma proprio nulla, va mai dato per scontato, c’è sempre un se o un ma che possono fare la differenza tra una sentenza di assoluzione e una di condanna…E’ l’elementare ABC di ogni avvocato.”

“Ci sono due modi assolutamente infallibili per fare imbufalire un avvocato. Il primo è quello di non pagarlo o di fare questioni sull’onorario. Il secondo, ma in realtà è un primo classificato ex aequo, è quello di andarlo a trovare in studio con un esperto di questioni giuridiche.”

“Gli avvocati non amano molto le richieste di assoluzione sollecitate dallo stesso pubblico ministero: si sentono in qualche modo defraudati da quella che, a torto, ritengono una loro prerogativa.”

“Se non poteva essere ciò che appariva, allora reclamava il diritto di apparire soltanto quel che era. Ecco lalgoritmo esistenziale: apparire quel che era, con tutte le sue debolezze, e nulla di più.”

“L’unica cosa che contava veramente era aver avuto il coraggio di guardarsi in faccia, e di riconoscersi per quello che era: era nato l’avvocato senza carte, era nato l’Avvocato Sanspapiers!”

“Gli incarichi e i clienti sono come i grandi amori: non li trovi, li incontri. E lui, di grandi amori, questo era certo, se ne intendeva.”

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: