Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Mossad – Michael Bar Zohar / Nissim Mishal

“Eppure quando il Mossad ha messo in guardia l’Occidente annunciando che la cosiddetta Primavera arava rischiava di trasformarsi in un Inverno arabo, quasi nessuno ha dato retta alle sue ammonizioni.”

“Il Mossad è l’ultima risorsa prima del ricorso alla guerra aperta.”

“Per i guerrieri solitari del Mossad, invece, non ci sono scambi di prigionieri o ponti avvolti nella nebbia: pagano la loro audacia con la vita.”

“Il suo ragionamento era semplice e lineare: abbiamo dei nemici, ci sono arabi cattivi che vogliono ammazzarci, per cui è nostro dovere ammazzare loro per primi.”

“La tragica storia della sua famiglia e le sofferenze patite dagli ebrei durante l’Olocausto lo ossessionarono fin da bambino, tanto da indurlo a consacrare la sua stessa vita alla difesa del neonato stato di Israele.”

“Il primo giugno 1962, nel crepuscolo che precede l’alba, una spedita lancia della guardia costiera israeliana uscì dalle acque territoriali del paese. Il motore venne spento, e mentre lo scafo andava silenziosamente alla deriva un uomo della polizia rovesciò le ceneri di Eichmann nel Mediterraneo.”

“Fin dal 1948 la Siria era stata afflitta da una lunga sequela di colpi di stato militari. Era molto raro, ormai, che un dittatore siriano avesse il privilegio di morire nel proprio letto. Di solito gli ex presidenti finivano i loro giorni sul patibolo o di fronte a un plotone di esecuzione, quando non cadevano per mano di un sicario. Era un paese instabile, in costante subbuglio.”

“Nel giro di pochi istanti il lamento delle sirene antiaeree lacerava il silenzio dello Yom Kippur: Israele era in guerra.”

“Il solo pensiero del pericolo che un Iran accecato dal fanatismo e in possesso di bombe nucleari rappresenterebbe per Israele basta a richiamare alla mente l’adagio talmudico: Se qualcuno sta venendo a ucciderti, insorgi e uccidilo tu per primo.
Ancora una volta Israele si è sentito solo. Come nel 1948, l’anno della sua creazione, e come nel 1967, alla vigilia della Guerra dei sei giorni, il paese deve affrontare la più grave decisione della sua storia.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: