Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Kitchen – Banana Yoshimoto

“Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina.
Non importa dove si trova, com’è fatta: purché sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene.”

“Volevo solo dormire alla luce delle stelle.
Volevo svegliarmi nella luce del mattino.
A parte questo, tutto il resto mi era completamente indifferente.”

“Lo so, poteva essere l’insidia di un diavolo. Ma lui era così cool. Sentii che potevo fidarmi. Nell’oscurità che mi circondava apparve una strada, come sempre accade quando un diavolo ti tenta. ma era bianca, luminosa, e sembrava sicura, perciò risposi di si.”

“Stavo toccando con mano e vedendo con i miei occhi, per la prima volta, quanto fosse immenso il mondo e profonda l’oscurità e l’infinito fascino e solitudine di tutto ciò.”

“E’ sempre così per me: se non raggiungo il limite estremo le cose non funzionano. Anche questa volta, arrivata proprio al limite, avevo trovato un letto caldo. Di questo ringraziai di cuore quel Dio che se ci sia o no io non lo so.”

“Mentre ci davamo appuntamento, guardai dalla finestra. L’aria era color grigio piombo.
Le nuvole venivano trascinate via dal vento con una forza incredibile. In questo mondo non c’è posto per le cose tristi. Nessun posto.”

“Penso che non ci sia niente di meglio di un tè al pomeriggio insieme a una persona amica.”

“Ognuno è solo se stesso, purtroppo.”

“Dio, ti prego, aiutami a vivere.”

“Le persone che vogliono farcela da sole dovrebbero prima di tutto curare qualcosa che cresce. Un bambino, una pianta, che so. Facendolo, si capiscono i propri limiti. E’ un punto di partenza.”

“Però chi nella vita non conosce almeno una volta la disperazione e non capisce quali cose valgano veramente, diventa adulto senza avere mai capito che cosa sia veramente la gioia. Io sono stata fortunata.”

“Con tutta me stessa avrei voluto fermarmi: smettere di camminare, smettere di vivere. il pensiero che ci sarebbe stato un domani, e poi un dopodomani, e poi una settimana, non mi era mai sembra tanto insopportabile.”

“I grandi personaggi nel loro semplice esistere emettono luce e rischiarano lo spirito di chi sta loro accanto. Così, quando si spengono, inevitabilmente scende un’ombra pesante.”

“Voglio assolutamente continuare a sentire che un giorno morirò. Altrimenti non mi accorgo che vivo. Per questo è così la mia vita.”

“Io e Yuichi a volte siamo saliti sino in cima a una scala sottile, nelle tenebre più nere, e da lì abbiamo spiato il calderone dell’inferno.”

“Erano giorni completamente bui, ma mi ostinavo a vedere una speranza, per quanto fioca. Adesso so che non c’era altro che disperazione. E non averlo capito, anche questo mi sembra triste.”

“Capii che io non ero il centro del mondo. la quota di sofferenze nella vita non variava certo in rapporto a me. Non ero io che potevo decidere. Allora, pensai, tanto valeva godersi, per quanto era possibile, il resto.”

“Ognuno di noi pensa di avere molte strade e di poter scegliere da sè. Ma forse sarebbe più esatto dire che sogna il momento di scegliere. Anche per me è stato così. Ma ora lo so. Lo so con tanta chiarezza da poterlo mettere in parole. La strada è sempre decisa, non però in senso fatalistico. Sono il nostro continuo respirare, gli sguardi, i giorni che si succedono a deciderla naturalmente.”

“I ricordi veramente belli continuano a vivere e a splendere per sempre, pulsando dolorosamente insieme al tempo che passa.”

“Può darsi che in futuro stando con me conoscerai dolori, guai, problemi ma, se vuoi, costruiamo insieme una vita complicata ma più felice di qualsiasi vita solitaria.”

“Mi alzai. Mi vestii pensando: comincia un altro giorno di realtà. Si ricomincia, come sempre.”

“Adesso posso gridarlo forte.
Ma che razza di Dio sei? Amavo Hitoshi più della mia vita.”

“Conoscevo per la prima volta la stanchezza di sonni agitati e la paura di quell’ora solitaria in cui, come in un lungo delirio, avrei atteso le prime luci dell’alba. Fu così che decisi di cominciare a correre.”

“Aveva occhi troppo limpidi e intelligenti, e un’espressione di una profondità incredibile, quasi avesse assorbito tutta la tristezza e la gioia del mondo. Forse per questo sembrava tendersi intorno a lei.”

“…avevano entrambi una gentilezza naturale e disinteressata che veniva da una buona educazione.”

“Non luogo dov’è morto qualcuno che si amava il tempo si ferma per l’eternità.”

“Ogni persona ha limiti che non possono essere oltrepassati.”

“Mangiavo sempre con piacere quando ero insieme a lui. E questo mi sembra una cosa bella.”

“Hitoshi.
Non posso più restare qui. Momento per momento vado avanti. E’ il flusso del tempo che non si può fermare, non posso farci niente. Io vado.
Una carovana si ferma e un’altra riparte. Ci sono persone che potrò incontrare ancora, altre che non rivedrò più. Persone che passano senza che io me ne accorga, persone che incrocio appena. Man mano che li saluto, ho la sensazione di diventare più pura. Devo vivere guardando il fiume che scorre.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: