Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Libertà – Jonathan Franzen

“La caratteristica più notevole di Walter, oltre al suo amore per Patty, era la gentilezza. Era quel genere di buon ascoltatore che sembra sempre trovare gli altri più interessanti e coinvolgenti di se stesso.”

“Com’è difficile nascondersi sul campo di pallacanestro”

“…ogni sconfitta sembrava rendere più probabile la successiva. Quel sentimento le sarebbe diventato molto più familiare anni dopo, quando avrebbe conosciuto la depressione grave…”

“Voglio dire, tutti sono ossessionati dallo sviluppo, ma se ci pensi, per un organismo maturo, la crescita non è altro che un cancro, giusto?”

“L’unico padre sconfitto è un padre morto”

“Morire presto aiuta, se si vuole un grande funerale”

“E’ bello avere amici nella vita – disse – Se vuoi avere amici, devi ricordarti che nessuno è perfetto.”

“Le conversazioni degli altri su di noi sono fra le cose più difficili da immaginare.”

“Walter le provò tutte per appassionarla al sesso, tranne l’unica cosa che probabilmente avrebbe funzionato, e cioè smettere di provare ad appassionarla e prenderla da dietro sopra il tavolo della cucina. Ma se Walter si fosse comportato così non sarebbe stato Walter. Lui era quello che era, e voleva che Patty lo volesse per quello che era. Voleva che tutto fosse reciproco! E così l’inconveniente di succhiarglielo era che dopo lui voleva leccargliela, cosa che le faceva un solletico incredibile”

“C’è una pericolosa tristezza nei primi rumori delle attività mattutine altrui; sembra che il silenzio soffra, quando qualcuno lo rompe. Il primo minuto della giornata lavorativa ci ricorda tutti gli altri minuti di cui è fatto il giorno, e non è mai un bene pensare ai minuti come a entità singole. Solo dopo che altri minuti si sono uniti al primo, nudo e solitario, il giorno assume un’identità più stabile.”

“C’era una libertà più generale che la stava uccidendo…”

“Non era mai stato così libero dai tempi della pubertà, e neppure così vicino al suicidio.”

“Era ancora il punto di convergenza del mondo, quel quartiere. Lì c’era la cicatrice illuminata a giorno del World Trade Center, c’era il mucchio d’oro della Federal Reserve, c’erano le Tombs e Wall Street e City Hall, la Morgan Stanley e l’American Express e i monoliti senza finestre della Verizon, l’emozionante vista dal porto sulla lontana Libertà rivestita di ossido verde.”

“Ci interessa concederci qualche sciocca soddisfazione ogni cinque minuti. Ci interessano l’applicazione e lo sfruttamento assoluti dei nostri diritti di proprietà intellettuale. Ci interessa persuadere bambini di dieci anni a spendere venticinque dollari per una piccola custodia in silicone per IPod, un prodotto molto cool realizzato da una consociata Apple al costo di trentanove centesimi.”

“Io io io, compra compra compra, divertirsi divertirsi divertirsi. Resta seduto nel tuo piccolo mondo, a dondolarti con gli occhi chiusi. Quel che sto cercando di dire è che siamo già perfetti modelli di comportamento repubblicano.”

“E questa, naturalmente, era la più semplice definizione di depressione che conosceva: non poter soffrire se stessi.”

“Sarà quel che sarà, e quel che non sarà non sarà.”

“Se si tratta di vincolare un habitat per salvarlo dalla cementificazione, è molto più facile convertire qualche miliardario che educare un elettorato americano soddisfatto della sua tv via cavo, della sua Xbox e della sua banda larga.”

“La gente ha un disperato bisogno di nutrire i figli che il papa, nella sua infinita saggezza, li spinge a procreare, e così distrugge l’ambiente.”

“Ci sono ben pochi problemi al mondo che non verrebbero risolti, o almeno enormemente alleviati, da un calo della popolazione.”

“Più che altro è una cosa che odierei perdere, ma che neanche mi piace avere.”

“Joey cominciava a capire un fatto che a St. Paul aveva ignorato, e cioè che il prezzo delle cose non era sempre evidente al primo sguardo: che forse il momento di pagare gli onerosi interessi sui suoi piacere adolescenziali doveva ancora venire.”

“Quando perdi la metà del tuo popolo in un genocidio, non ti fidi più della protezione di qualcun altro.”

“La libertà è una rottura di palle.”

“Sembra uno di quegli uomini che devono passare tutta la vita ad atteggiarsi perchè sono deboli dentro.”

“La gente è venuta in questo paese per cercare soldi o libertà. Se non hai soldi, ti aggrappi ancora più rabbiosamente alle tue libertà.”

“Lo aveva avvertito di non confondere il dolore di perderla con l’effettivo desiderio di averla.”

“La differenza è che gli uccelli uccidono solo perchè devono mangiare. non lo fanno con rabbia, non lo fanno senza motivo. non è una cosa nevrotica. Per me è questo che rende la natura un luogo pacifico. le cose vivono e non vivono, ma non esiste il veleno del risentimento, della nevrosi e dell’ideologia. E’ un sollievo dalla mia rabbia nevrotica.”

“Sull’altra sponda del lago brillava lo spreco d’illuminazione di Canterbridge Estates, sui megaschermi televisivi guizzavano le notizie a cui il mondo veniva indotto a credere quella sera.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: