Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Monte cinque – P. Coelho

“All’inizio dell’anno 870 a.C., una nazione conosciuta come Fenicia, che gli israeliti chiamavano Libano, celebrava quasi tre secoli di pace.”

“Non sempre il Suo piano coincide con ciò che siamo o stiamo sentendo, ma ti garantisco che per tutto ciò Egli ha una ragione.”

“No, non farlo, e non credere tanto: è una scommessa che ho fatto con me stesso. Ho scommesso che Dio esiste.”

“Fu allora, a mano a mano che scopriva di avere qualche possibilità di sopravvivere, che il terrore della morte cominciò a tornare”

“La donna suddivideva gli esseri umani in due gruppi: coloro che gioivano per quello che facevano, e coloro che se ne lamentavano.”

“Ma nessuno può perdere di vista ciò che desidera. Anche, in certi momenti, è convinto che il mondo e gli altri siano più forti. Il segreto è questo: non desistere.”

“Tutto avverrà come è stato scritto dal Signore – rispose il profeta. Ci sono momenti della nostra vita in cui sopraggiungono le tribolazioni, e noi non possiamo evitarle. Ma esse ci sono per un motivo.
Quale motivo?
E’ una domanda a cui non possiamo rispondere prima, o nel corso, delle difficoltà. Solo quando le abbiamo superate, capiamo perché c’erano.”

“Ogni uomo ha il diritto di dubitare del proprio compito, e di abbandonarlo, di tanto in tanto. L’unica cosa che non può fare è dimenticarlo. Chi non dubita di se stesso è indegno, perché confida ciecamente nella propria capacità, e pecca di orgoglio. Benedetto colui che attraversa momenti di indecisione.”

“Quando si rimanda il raccolto, i frutti marciscono, ma quando si rimandano i problemi, essi non cessano di crescere.”

“Secondo la tradizione, gli dèi erano contenti quando gli uomini si divertivano alla fine di una giornata di lavoro, e proteggevano gli ubriachi.”

“Essi parlavano di una nazione chiamata Egitto, con cavalli e carri da guerra, e dèi con forme di animali”

“Il metodo di Biblo, con l’adattamento greco, era gradito ai mercanti delle diverse nazioni: come accadeva fin dall’antichità, erano loro che decidevano ciò che doveva perdurare nella Storia, e ciò che scompariva con la morte di quel re o di quel personaggio.”

“Non c’è mai un’occasione unica – rispose l’angelo. il Signore concede agli uomini molte opportunità”

“Tutte le battaglie nella vita servono per insegnarci qualcosa, anche quelle che perdiamo. Quando crescerai, scoprirai di avere difeso delle menzogne, di avere ingannato te stesso, o di avere sofferto per stupidaggini. Se sarai un buon guerriero, non te ne farai una colpa, ma non lascerai che i tuoi errori si ripetano”

“Perché l’uomo deve scegliere – rispose l’angelo. In questo sta la sua forza: il potere delle sue decisioni.”

“Non c’è nessuna tragedia, ma l’inevitabile. Tutto ha la sua ragione d’essere: devi solo saper distinguere  fra ciò che è transitorio e ciò che è definitivo.
Che cos’è transitorio – domandò Elia?
L’inevitabile.
E che cos’è definitivo?
Le lezioni dell’inevitabile.”

“Voi vi preoccupate tanto della tradizione, e non avete pensato che le cose cambiano.”

“Tu pensi che la distruzione, il dolore, le morti di ieri notte abbiano avuto un significato? Tu pensi che sia necessario distruggere migliaia di vite per insegnare qualcosa a qualcuno?”

“Un giorno queste stesse persone ritornavano. Non avevano trovato ciò che stavano cercando, perché avevano portato con sé, insieme ai bagagli, il peso del proprio fallimento precedente”

“Tutto quello che poteva accadere, ma che non è accaduto, finisce per essere portato via dal vento, e non lascia alcun segno”

“Un bambino può insegnare sempre tre cose a un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera.”

“La storia era stata tramandata di generazione in generazione perché nessuno la dimenticasse mai: a volte era necessario lottare con Dio. Ogni essere umano, a un certo momento, vedeva una tragedia attraversare la propria vita: poteva essere la distruzione di una città, la morte di un figlio, un’accusa senza prove, una malattia che lasciava invalidi per sempre. In quel momento Dio lo sfidava ad affrontarlo, e a rispondere alla Sua domanda: “Perché ti aggrappi tanto a un’esistenza così breve e così piena di sofferenza? Qual è il significato della tua lotta?”

“Era sfuggito al dubbio. Alla sconfitta. Ai momenti di indecisione. ma il Signore era generoso, e lo aveva condotto sull’abisso dell’inevitabile per dimostrargli che l’uomo deve scegliere, e non accettare, il proprio destino”

“Finora, soltanto i bambini sono stati capaci di superare quanto è avvenuto, perché non hanno un passato: per loro tutto ciò che conta è il presente. Dovremo cercare, allora, di comportarci come loro.
Si può cancellare dal cuore il dolore di una perdita? – domandò una donna.
No. Ma ci si può rallegrare con ciò che si ricava da essa.”

“…perché hai saputo attraversare la corrente dell’Inevitabile. Molti vi navigano e naufragano; altri vengono trascinati fino a luoghi che non erano loro destinati. ma tu hai affrontato la traversata con dignità, hai saputo governare la rotta della tua barca, e stai tentando di trasformare il dolore in azione.”

“Chi può evitare l’inevitabile? rispose Elia.”

“Anche nelle peggiori circostanze, noi andiamo avanti.”

“Il vento del deserto, tanto tempo fa, ha cancellato i nostri passi sulla sabbia. Ma in ogni secondo della mia esistenza, io ricordo ciò che è accaduto, e tu continui a essere presente nei miei sogni e nella mia realtà. Ti ringrazio per avere attraversato il mio cammino.”

“Le tristezze non sono eterne, quando procediamo verso quello che abbiamo sempre desiderato.
E’ sempre necessario partire?
E’ sempre necessario sapere quando si conclude una tappa della vita. Se tu insisti a rimanere in quella stessa tappa oltre il necessario, perdi la gioia e il significato di tutto il resto. E rischi di essere rimproverato da Dio.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: