Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Il respiro del buio – N. Lilin

“Tornare a casa dopo il servizio militare è stato come passare a un’altra vita”

“Se vuoi darle, impara anche a prenderle.”

“Il mattino è arrivato senza che me ne accorgessi, e io ero sveglio come un grillo. Così è cominciato il mio periodo d’insonnia.”

“Nel bosco la mia vita si sarebbe dissolta, io stesso sarei diventato una goccia nel grande oceano della Natura.”

“San Pietroburgo, come capita spesso d’autunno, mi ha dato il suo benvenuto con una fitta pioggia nordica, fredda e pungente, accompagnata da un vento costante carico dell’odore del sale e delle paludi su cui è costruita la città. Le strade sembravano posate in una culla di nebbia che circondava e riempiva tutto, cancellando la linea dell’orizzonte. il palazzi, i ponti, le torri e le famose facciate barocche dell’epoca zarista sembravano sospesi nel nulla. Anche i suoi abitanti, da sempre, somigliano a fantasmi: facce pallide, pelle trasparente come ali di libellula sotto i rari raggi del sole; si spostano camminando sulla terra con un enorme senso di abbandono interno.
Già alla nascita nei loro occhi si legge la perdita del senso della vita, un’espressione molto intima, calma, priva di ogni contrasto, da cui si può riconoscere un nativo di San Pietroburgo in qualsiasi parte del pianeta.”

“Mi sono tornate in mente le parole di una mia vecchia insegnante, diceva sempre che la lettura è la chiave dell’intelligenza. Una volta tornato a casa dovevo proprio riprendere a leggere.”

“Quando abbiamo superato i monti Urali eravamo al livello delle chiacchere senza senso, quelle che si fanno per non addormentarsi o per affermare la propria presenza in mezzo al niente.”

“Come un vampiro crudele il potere russo ha infilato i denti nel corpo della Siberia succhiando il suo sangue e le sue ricchezze, l’ha divorata e le ha distrutto il futuro.”

“Entrare nella Taiga significa uscire dal mondo reale”

“Continuiamo a comportarci come se fossimo dei anche se ogni giorno tutti quanti dobbiamo scendere dalle nostre divine altezze per scaricare gli escrementi come qualsiasi altro animale, continuiamo a far finta di essere immortali….
Ti sei mai chiesto perché gli uomini davanti alla morte si comportano come se fosse un evento straordinario e brutale? Te lo dico io perché, perché tutti in fondo pensiamo di essere eterni, senza fine, perché ci piace vivere e perché la vita in sé appare come un’immagine ferma. Ma niente è fermo in questo mondo, l’hanno capito tutte le specie viventi tranne noi, creature indegne e insignificanti…Per questo abbiamo inventato Dio, il Paradiso, la vita eterna, perché non riusciamo a percepire il fatto che ogni nostro respiro, ogni nostra esperienza, nasce dalla natura e ritorna nella natura, e si trasforma nella sostanza che dà la vita ad altre creature.”

“Niente è eterno in questo mondo, ed è questo il suo lato più bello, perché oltre la nostra memoria, oltre la ragione, oltre la fine, iniziano tantissime altre storie.”

“Afghanistan 1979, chi non c’è stato non potrà mai capire, chi c’è stato non potrà mai dimenticare.”

“Ho osservato le loro mani, alcuni avevano ancora la pelle indurita: è la polvere da sparo bruciata che attraversa i guanti e trasforma le dita in bacchette di legno. Poi li ho guardati in faccia: occhi fissi, respiri calmi, spalle dritte e rilassate, espressioni da foglio bianco, il vuoto totale. Tutti militari dei reparti operativi, gente abituata a morire e rinascere decine di volte al giorno, immune dall’adrenalina.”

“Eravamo proprio bambini il primo giorno di scuola, che osservavano con timidezza e curiosità i nuovi compagni di classe, cercando subito di collegare i nomi alle facce, facendo ipotesi su chi sarà il più simpatico e chi il bastardo che ti farà ammattire.”

“Il Remington 700 pollice è pura essenza d’amore racchiusa in uno strumento di morte…”

“Non è la virtù nel prendere una decisione che fa l’uomo saggio, ma la capacità di accettare tutto ciò che quella decisione porta con sé”

“In confronto al vuoto cosmico che mi lasciavo dietro, il mistero davanti a me era un regalo.”

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: