Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Insciallah – O. Fallaci

“Quanto gli mancava la matematica, quanto la rimpiangeva! Massaggia le meningi come un allenatore massaggia i muscoli di un atleta, la matematica. Le irrora di pensiero puro, le lava dei sentimenti che corrompono l’intelligenza, le porta in serre dove crescono fiori stupendi. I fiori di un’astrazione composta di concretezza, d’una fantasia composta di realtà”

“Ad un certo punto ti sei fatto il processo e hai stabilito di non valere granchè, d’essere uno fra tanti.”

“L’agiatezza si nutre dell’altrui miseria”

“Perchè bando alle chiacchere, signori miei: l’infelicità non ha solo il volto della fame e del freddo. Ha anche quello della solitudine che gela quando appartieni a un mondo scomparso o incompreso, quando sei costretto a vivere in un ambiente nel quale non ti riconosci e vieni schernito ridicolizzato perseguitato dalla volgarità.”

“Quando sei in casa altrui devi accettare le regole di chi ti ospita, scoprire in quale misura ti vuole o non ti vuole, prevenirne le ostilità, scendere a patti con esse.”

“La guerra non serve a nulla, diceva, non risolve nulla. Appena una guerra è finita ti accorgi che i motivi per cui era scoppiata non sono scomparsi, o che se ne sono aggiunti di nuovi in seguito ai quali ne scoppierà un’altra dove gli ex nemici saranno gli amici e gli ex amici i nemici”

“Inoltre odiava comandare. E’ una cosa di cattivo gusto, comandare, e spiacevolissima. Perchè pone a contatto coi beceri e con gli ottusi, costringe a esercitare la volgarità del potere, limita la libertà sia di chi comanda che di chi è comandato, infine inebria i presuntuosi.”

“Perchè a Beirut un bambino di otto anni non è più un bambino, è un uomo anzi un vecchio abituato a uccidere.”

“In tal letamaio merita vendere l’anima al diacolo, e pazienza se il diavolo puzza: quando le cose vanno in merda, ci si tappa il naso e si sopporta il puzzo.”

“Perchè il soldato non deve essere un individuo, una persona: deve essere parte d’un nucleo perfetto che agisce all’unisono. E lo sai qual è l’ingrediente per ottenere un nucleo perfetto o quasi perfetto? L’odio.”

“L’amore è molto di più. E’ regalarsi a un essere umano, vivere per quell’essere umano, rinunciare a sè stessi. E’ disinteresse, generosità. Il massimo della generosità.”

“Il vero soldato è un masochista”

“Vi sono due tipi di malnutrizione, Bilal: quella del corpo cioè quella che viene a non mangiare, e quella dell’anima cioè quella che viene a non sapere. E siccome entrambe impediscono di crescere, oltre a mangiare bisogna sapere. Hai mai letto un libro, Bilal?”

“Il linguaggio parlato è per sua natura sciatto e impreciso. Non dà tempo di riflettere, di usar le parole con eleganza e raziocinio, induce a giudizi avventati e non fa compagnia perchè richiede la presenza degli altri. Il linguaggio scritto, al contrario, dà tempo di riflettere e di scegliere le parole. Facilita l’esercizio della logica, costringe a giudizi ponderati, e fa compagnia perchè lo si esercita in solitudine. Specialmente quando si scrive, la solitudine è una gran compagnia.”

“Ma chi capisce tutto e tutti finisce col perdonare tutto e tutti. Chi perdona tutto e tutti non crede a nulla. E chi non crede a nulla, mia cara, è un cinico. Tout court.”

“…nell’intera storia di questo pianeta nessuna società è riuscita a esistere senza soldati.”

“Cara, per raccontare gli uomini, questi bizzarri animali che fanno ridere e piangere insieme, bastano due sentimenti che in fondo sono due ragionamenti: la pietà e l’ironia. In parole diverse, basta avere il sorriso sulle labbra e le lacrime agli occhi.”

“La paura è una cosa che ti ruba l’orgoglio e te lo sostituisce con una grande stanchezza.”

“E’ un grande esame la guerra. E’ il più straordinario banco di prova cui un uomo possa ricorrere per misurarsi con la paura e scoprire di che cosa sia capace nel momento della verità, insomma giudicarsi…”

“E’ duro capire a vent’anni che al proprio destino non si sfugge.”

“L’amicizia non può rimpiazzare l’amore, dicevo. L’amicizia è un ripiego effimero, artificioso, e spesso una menzogna. Non aspettarti mai dall’amicizia i miracoli che l’amore produce: gli amici non possono sostituire l’amore. Non possono strappare alla solitudine, riempire il vuoto, offrire quel tipo di compagnia. Hanno la propria vita, gli amici, i propri amori. ”

“Io sono Beirut. Sono una sconfitta che rifiuta di arrendersi, una moribonda che rifiuta di mrire, sono un gallo impazzito che canta alle ore sbagliare, un cane randagio che abbaia nella notte.”

“Se diventare uomo significa trasformarsi in una persona stanca e delusa, meglio restare ragazzi per sempre.”

“E’ una malattia che sciupa dentro, un cancro che si mangia il cuore, una lebbra che imputridisce l’anima e induce la gente a far cose che in pace non farebbe mai. E’ una puttana, la guerra. Una troia. ”

“La Vita non è uno spettacolo muto o in bianco e nero. E’ un arcobaleno inesauribile di colori, un concerto interminabile di rumori, un caos fantasmagrico di voci e di volti, di creature le cui azioni si intrecciano o si sovrappongono per tessere la catena di eventi che determinano il nostro personale destino.”

“Lo scrittore è una spugna che assorbe la vita per risputarla sotto forma di idee, è una mucca eternamente incinta che partorisce vitelli sotto forma di idee,  è un rabdomante che trova l’acqua in qualunque deserto e la fa zampillare sotto forma di idee: è un mago Merlino, un veggente, un profeta. Perchè vede cose che gli altri non vedono, sente cose che gli altri non sentono, immagina e anticipa cose che gli altri non possono nè immaginare nè anticipare… E non solo le vede, le sente, le immagina, le anticipa: le trasmette. Da vivo e da morto.”

“La storia dell’Uomo è anzitutto e soprattutto una storia di coraggio.”

“In amore la logica non serve, l’intelligenza non giova, e il masochismo raggiunge vette da psichiatria.”

“Eh si, davvero imperscrutabili sono le vie del Signore. Bizzarri fili le intrecciano per tessere il mistero del nostro desiderio.”

“La vita non è un problema da risolvere, è un mistero da vivere. Lo è caro amico, lo è. Credo che nessuno possa sostenere il contrario. Quindi la formula esiste. Sta in una parola. Una semplice parola che qui si pronuncia ad ogni pretesto, che non promette nulla, che spiega tutto, e che in ogni caso aiuta: Insciallah. Come Dio vuole, come a Dio piace, Insciallah”

“Ma ora che Dio e il Diavolo sono morti ammazzati dai nostri Nietzsche e dai nostri Freud e dai nostri Marx, ora che le grandi religioni della salvezza sono state screditate dalla nostra scienza e dal nostro raziocinio, ora che il Paradiso e l’Inferno sono diventati due fiabe, il peccato non viene più preso sul serio. Il Bene e il Male non costituiscono più due categorie etiche cioè un problema morale.”

“Ammetterai che dietro ogni bagno di sangue chiamato rivoluzione c’è un libro, dietro ogni insania costituzionalizzata c’è un libro, dietro ogni violenza collettiva c’è un libro, e dietro ogni genocidio c’è un Mein Kampf”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: