Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

La guerra di Spartaco – B. Strauss

“Era l’autunno del 73 a.C. Dopo vari mesi di ribellione, le sorti del Senato e del popolo romano volgevano al peggio. Una città che si era scrollata di dosso gli avventurieri etruschi, aveva resistito a un’invasione gallica, aveva fronteggiato la carica di Annibale, era uscita viva dalle guerre civili, sopravviveva a epidemie annuali di malaria e con le armi aveva raggiunto un potere tale da potersi ritenere il centro del mondo, ora aveva paura di uno schiavo fuggitivo.”

“Roma era grande, potente e lenta; Spartaco era piccolo, affamato e veloce. Roma era vecchia e attaccata alle proprie tradizioni; Spartaco era un innovatore. Roma era pesante, Spartaco era agile.”

“Insomma, nel 73 a.C. l’Italia romana era una foresta secca nel pieno della canicola esti va. E Spartaco accese un fiammifero.”

“Essere costretto a fare il gladiatore era umiliante; farlo volontariamente era perverso; diventare un bravo gladiatore era pericoloso; ma morire come un gladiatore era sublime.”

“Ma poi venne Roma con il solito copione di oppressione, rivolta, occupazione e punizione.”

“Nella battaglia di Canne del 216 a.C. Annibale aveva sbaragliato i soldati di Roma; sull’Appennino nel 72 a.C. Spartaco li umiliò”

“Quando abbraccia i monti vicini alla punta meridionale dell’Italia, la strada fa una curva e improvvisamente offre al viaggiatore un panorama verso il basso: la Sicilia, che si alza maestosamente nel mare blu e caliginoso. Solo il breve Stretto di Messina la separa dalla terraferma italiana. La Sicilia è la più grande isola del Mediterraneo, ma da questo puno si possono vedere due dei suoi tre lati. Il viaggiatore antico probabilmente si fermava stupito pensando alla richhezza e alla feritilità che si materializzavano nell’isola davanti a lui.”

“Cesare fu rapito da giovane attorno al 75 a.C. e tenuto prigioniero per 40 giorni finchè non fu riscattato; poi tornò con un’armata di marinai, catturò i suoi rapitori e li fece crocefiggere, come del resto aveva promesso.”

“Da qualche parte tra le sorgenti del Sele e il punto in cui il fiume esce dalle montagne e percorre la pianura, da qualche parte lungo l’antica strada tra i due mari dell’Italia, da qualche parte tra la strada per Canne e le spiagge dove un giorno sarebbero sbarcati gli alleati, giace il corpo di Spartaco.”

“Sulla strada per Roma, si snoda a perdita d’occhio una fila di schiavi che muoiono in croce. E’ la fine della rivolta di Spartaco.”

“Era l’ultimo giorno di dicembre del 71 a.C. La guerra di Spartaco era ufficialmente finita. La leggenda era già cominciata.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: