Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

La cena de le ceneri – Giordano Bruno

“Non andar nudo a tòrre a l’api il mèle
Non morder se non sai s’è pietra o pane
Non gir discalzo a seminar le spine”

“Mi dimanderete: che che simposio, che convito è questo? E’ una cena. Che cena? De le ceneri.”

“Doi sono gli animali che disse il profeta aver più intelletto ch’il popolo d’Israele: il bove, perchè conosce il suo possessore, e l’asino, perchè sa trovar il presepio del padrone”

“Oltre che non posso innamorarmi di cosa ch’io non vegga”

“Con tutto ciò chi potrà a pieno lodar la magnanimità di questo germano, il quale avendo poco riguardo a la stolta moltitudine, è stato sì saldo contra il torrente de la contraria fede?”

“…e raccogliere què frutti del suo studio e fatica, che suole produrre la temeraria e sciocca ignoranza, insieme co la presunzione et inciviltà, la quale è sua perpetua e fida compagnia.”

“Bene, maestro Prudenzio, si questa volgare e vostra opinione per tanto è vera, in quanto che antica, certo era falsa quando la fu nova”

“Poniamo dunque da canto la raggione de l’antico e novo: atteso che non è cosa nova, che non possa esser vecchia;  e non è cosa vecchia, che non sii stata nova.”

“Non potrà mai esser buono inquisitore e giodice del caso, se prima non s’è informato del negocio”

“Bene, ma in fine è più sicuro cercar il vero e conveniente fuor de la moltitudine: perchè questa mai apportò cosa preziosa e degna; e sempre tra pochi si trovorno le cose di perfezzione e preggio”

“Le cose ordinarie e facili son per il volgo et ordinaria gente. Gli uomini rari, eroichi e divini passano per questo camino de la difficoltà, a fine che sii costretta la necessità a concedergli la palma de la immortalità”

“Non sol chi vince vien lodato, ma anco chi non muore da codardo e poltrone”

“stretta e spinosa è la via della beatitudine”

“Or quanto a questo credetemi che se gli dei si fussero degnati d’insegnarci la teorica delle cose della natura, come ne han fatto favore di proporci la prattica di cose morali, io più tosto mi accostarei alla fede de le loro rivelazioni, che muovermi punto della certezza de mie raggioni e proprii sentimenti.”

“Parlare con i termini de la verità dove non bisogna, e voler che il volgo e la sciocca moltitudine dalla quale si richiede la prattica abbia il particular intendimento, sarebbe come volere che la mano abbia l’ochio: la quale non è stata fatta dalla natura per vedere, ma per operare e consentire a la vista.”

“Ignoranza et arroganza son due sorelle individue in un corpo et in un’anima”

“Chi dona perle a porci non si dè lamentar se gli sono calpestrate”

“E sappiamo che il principio de l’inquisizione è il sapere e conoscere che la cosa sii, o sii possibile e conveniente, e da quella si cave profitto”

“Sappi che nè la terra, nè altro corpo è assolutamente grave o lieve: nessuno corpo nel suo loco è grave nè leggiero”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: