Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Pro C. Rabirio perduellionis reo ad Quirites oratio – Cicerone

“…quod, quae iustissima mihi causa ad hunc defendendum esse visa est, eadem vobis ad absolvendum debt videri.”
(…quello che io ho ritenuto un motivo fondatissimo per prenderne la difesa, deve essere pure ritenuto da voi tale per votarne l’assoluzione)

“Quam ob rem labor in hoc defendendo praecipue meus est, studium vero conservandi hominis commune mihi vobiscum esse debebit”
(Ecco dunque che, se spetta soprattutto a me il faticoso compito di difendere l’imputato, dovrà però essere comune a me e a voi l’impegno di salvargli la vita)

“…parebitur, et, quod iniquissimum est, accusatoris condicioni et, quod miserrimum, inimici potestati”
(…mi piegherò alla condizione posta dall’accusatore – il colmo dell’ingiustizia! – e al potere di un nemico – il colmo della sventura!.)

“Quod utinam, Quirites, ego id aut primus aut solus ex hac re publica sustulissem! utinam hoc, quod ille crimen esse vult, proprium testimonium meae laudis esset! Quid enim optari potest, quod ego mallem, quam me in consolatu meo carneficem de foro, crucem de campo sustulisse?
(E volesse il cielo, romani, che fossi stato io il primo o il solo a eliminare tale giudizio dal corpo del nostro stato! Volesse il cielo che proprio questo che per lui è un capo d’accusa, costituisse un titolo di gloria tutto e soltanto mio! Perchè nulla potrei io preferire, nei miei desideri, al merito di aver, durante il mio consolato, fatto sparire il carnefice dal foro e la croce dal campo Marzio)

“…qui vestram libertatem non acerbitate suppliciorum infestam, sed lenitate legum munitam esse voluerunt”
(…i quali vollero che la vostra libertà non incutesse già timore con la crudeltà delle pene, ma trovasse il suo sostegno nella mitezza delle leggi!)

“Sed moreretur prius acerbissima morte miliens C. Gracchus quam in eius contione carnifex consisteret; quem non modo foro, sed etiam caelo hoc ac spiritu censoriae leges atque urbis domicilio carere voluerunt.”
(Ma Gaio Gracco avrebbe preferito mille volte morire della morte più atroce piuttosto che permettere la presenza, in un’assemblea da lui tenuta, del boia: un individuo al quale, in forza delle disposizioni dei censori, è vietato non solo di frequentare il foro, ma pure di vivere sotto questo cielo, di respirare quest’aria e di abitare nella nostra città.)

“Sed in his rebus omnibus imprudentia laberis. Causam enim suscepisti antiquiorem memoria tua. Quae causa ante mortua est, quam tu natus es; et qua in causa tute profecto fuisses, si per aetatem esse potuisses, eam causam in iudicium vocas.”
(Ma a questo proposito è l’ignoranza che ti fa prendere un granchio completo, dato che ti sei messo a difendere una causa che si spinge al di là dei tuoi ricordi, una causa che si è estinta prima della tua stessa nascita; poni invece sotto processo quell’altra causa che tu stesso avresti di certo appoggiato se l’età te l’avesse consentito)

“…neque quisquam nostrum in rei publicae periculis cum laude ac virtute versatur, quin spe posteritatis fructuque ducatur.”
(Del resto, nessuno di noi affronta con onore e coraggio i pericoli che minacciano il nostro stato senza esservi spinto dalla speranza di una ricompoensa da parte dei posteri)

“Etenim, Quirites, exiguum nobis vitae curriculum natura circumscripsit, immensum gloriae”
(Perchè, se è vero, romani, che la natura ha fissato dentro brevi limiti il corso della nostra vita mortale, senza limiti è quello della gloria)

“Non c’è più nessun re, nessun popolo, nessuna nazione che voi dobbiate temere; non c’è nessun male esterno nè straniero che possa insinuarsi nel corpo del nostro stato; se volete che questa nostra città sia immortale, questo nostro impero eterno e che in eterno duri la sua gloria, siamo noi che dobbiamo premunirci contro le nostre cupidigie, contro i sovversivi bramosi di rivolgimenti politici, contro i mali intestini, contro le trame interne.”

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: