Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

L’uomo che cade – Don DeLillo

“Non ci riserva niente. Non c’è. Il futuro era questo. Otto anni fa misero una bomba in una delle torri. Allora nessuno ci disse che cosa ci avrebbe riservato il futuro. Il futuro c’è appena stato. Il momento in cui bisogna aver paura è quando non c’è motivo di averne. Ora è troppo tardi.”

“Tutto era grigio,. abbandonato e guasto, i negozi dietro le serrande d’acciaio ondulato, una città altrove, sotto assedio permanente, e nell’aria un fetore che si infiltrava sottopelle.”

“La partita di poker era l’unico lasso di tempo privo di complicazioni di tutta la settimana, di tutto il mese, l’unico momento che Keith poteva attendere senza il sanguinante senso di colpa dei legami recisi. Vedere o chiudere. Feltro o panno.”

“Ma anche quando sei qui, io ti penso come qualcuno che viene da una città lontana, diretto a un’altra città lontana, ed entrambi i posti non hanno una forma, nè una fisionomia.”

“Sono vicina a Dio più che mai. Lo sono, voglio esserlo, devo esserlo.”

“C’era la religione, e poi c’era Dio. Lianne avrebbe tanto voluto credere. Lo scetticismo era il percorso che conduceva alla chiarezza di pensiero e di intenti. O forse era solo un’altra forma di superstizione.”

“Ecco che cos’avrebbe voluto, spegnere una volta per tutte il battito della fede incerta che aveva nutrito per buona parte della sua vita.”

“L’Islam è la lotta contro il nemico, vicino o lontano che sia, contro i giudei innanzitutto, e contro ciò che è ingiusto e detestabile, e infine contro gli americani.”

“Il mondo cambia innanzitutto nella mente dell’uomo che vuole cambiarlo.”

“Allo specchio crediamo di vedere noi stessi. Ma non siamo noi. Non è quello l’aspetto che abbiamo. Non è il nostro volto letterale, ammesso che una cosa simile esista. E’ il volto composito. Il volto in transizione.”

“Kierkegaard le offriva il pericolo, un senso di prossimità al baratro spirituale. Tutta l’esistenza mi angustia. In quella frase si rivedeva. Kierkegaard le dava la sensazione che il suo viaggio nel mondo non fosse l’esile melodramma che a volte sembrava a lei.”

“Ogni volta che vedeva un filmato degli aerei Lianne avvicinava un dito al pulsante di spegnimento del telecomando. poi continuava a guardare. Il secondo aereo che spuntava da quel cielo azzurro ghiaccio, era quella la sequenza che le penetrava nel corpo, che sembrava scorrerle sotto la pelle, quella fugace accelerazione che trasportava vite e storie, le loro e la sua,  quelle di tutti, in un’altra distanza, al di là delle torri.”

“Essere una fola era una religione a sè, slegata dalla ricorrenza che erano venuti a celebrare.”

“Qual è la cosa più bella che hai mai imparato a scuola? Dall’inizio dai primissimi giorni.
Che il sole è una stella”

“Ma il gioco aveva una struttura, principi che lo regolavano, semplici e piacevoli interludi di logica onirica, quando il giocatore sa che la carta di cui ha bisogno è la carta che senza dubbio arriverà. E poi, sempre, nell’istante cruciale che mano dopo mano si ripeteva all’infinito, la scelta fra il si e il no. Vedere o rilanciare, vedere o lasciare, quella minuscola pulsazione binaria situata dietro gli occhi, la scelta che ti ricorda chi sei.”

“Perchè un conto è pensarci. Ma vederlo mi deprimerebbe. Gente seduta intorno a un tavolo che maneggia carte senza sosta. Settimana dopo settimana. Prendere aerei per andare a giocare a carte. Al di là dell’assurdità, della follia psicotica, non c’è un che di molto triste in tutto questo?”

“La fortuna aiuta gli audaci. Non conosceva l’originale latino del vecchio adagio ed era un peccato. Ecco che cosa gli era sempre mancato, quel briciolo di erudizione inattesa.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: