Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Luce del mondo – Benedetto XVI, Seewald

“Ha voluto – Papa Giovanni Paolo II – mantenermi nel mio incarico. Mentre si avvicinava il mio 75esimo compleanno, il raggiungimento del limite di età in cui si rassegnano le dimissioni, mi disse: non è nemmeno necessario che Lei scriva la lettera, perchè io la voglio con me sino alla fine. Questa è stata la benevolenza grande e immeritata che egli ha avuto nei miei confronti sin dall’inizio. Aveva letto il mio libro introduzione al cristianesimo. Per lui, evidentemente, una lettura importante.”

“Oggi dobbiamo imparare nuovamente che l’amore per il peccatore e l’amore per la vittima stanno nel giusto equilibrio per il fatto che io punisco il peccatore nella forma sensibile e appropriata.”

“Era evidente che l’azione dei media non fosse guidata solamente dalla pura ricerca della verità, ma che vi fosse anche un compiacimento nel mettere alla berlina la Chiesa e, se possibile, screditarla. E tuttavia era necessario che fosse chiaro questo: sin tanto che si tratta di portare alla luce la verità, dobbiamo essere riconoscenti. La verità, unita all’amore inteso correttamente, è il valore numero uno. E poi i media non avrebbero potuto dare quei resoconti se nella Chiesa stessa il male non ci fosse stato. Solo perchè il male era dentro la Chiesa, gli altri hanno potuto rivolgerlo contro di lei.”

“Ci si può dimettere in un momento di serenità, o quando semplicemente non ce la si fa più. Ma non si può scappare proprio nel momento del pericolo e dire: se ne occupi un altro.”

“Sono cose purtroppo semplicemente radicate nella condizione di peccatore dell’uomo che esiste anche nella Chiesa Cattolica e che ha portato a questi terribili risultati.
E’ tuttavia pure importante non perdere di vista anche tutto il bene che avviene grazie alla Chiesa Cattolica; considerare quante persone vengono sostenute nella sofferenza, quanti malati e quanti bambini ricevono assistenza, quanto aiuto viene dato. Penso che non dobbiamo minimizzare il male – dobbiamo ammetterne con sofferenza l’esistenza – ma anche rendere visibile ed essere altrettanto riconoscenti per tutta la luce irradiata dalla Chiesa Cattolica.”

“Il matrimonio monogamico è il fondamento su cui poggia la civiltà dell’Occidente. Se crolla, crolla un elemento essenziale della nostra cultura.”

“E la conoscenza è potere. Significa che se conosco posso anche disporre. la conoscenza ha portato potere, ma in modo tale che con quel potere noi possiamo distruggere quel mondo del quale ormai siamo convinti di sapere tutto.”

“Dovrebbe avere luogo un grande esame di coscienza. Cos’è veramente progresso? E’ progresso quando posso distruggere? E’ progresso quando posso creare, selezionare ed eliminare esseri umani? Com’è possibiledominare il progresso dal punto di vista etico? Ma non sono solo i criteri del progresso che dovrebbero essere ripensati. Accanto alla conoscenza e al progresso, c’èanche l’atro concetto fondamentale della modernità: la libertà, che è intesa come libertà di poter fare tutto.
Da questo pensiero si origina la pretesa secondo cui la scienza non è scindibile. il che significa che quello che si è in grado di fare, si deve anche poterlo fare. Ogni altra cosa sarebbe contraria alla libertà. E’ vero? Credo che non sia vero. vediamo che il potere dell’uomo è cresciuto immensamente. Quello che però non è cresciuto di pari passo è il suo potenziale etico.”

“Certo, perchè stiamo vivendo a spese delle generazioni future. Così vediamo che viviamo nella menzogna. Viviamo per l’apparenza, e trattiamo i grandi debiti come fossero qualcosa che fa parte di noi. E anche qui: in teoria tutti comprendono che sarebbe necessario un ravvedimento per riconoscere nuovamente cosa è effettivamente possibile, cosa si è capaci di fare, cosa è permesso fare. Eppure non si riesce a far breccia nel cuore degli uomini.”

“Noi non possediamo mai la verità.Nel migliore dei casi è lei a possedere noi.”

“Quando, ad esempio, in nome della non discriminazione si vuole costringere la Chiesa Cattolica a cambiare la propria posizione riguardo all’omosessualità o all’ordinazione sacerdotale delle donne, questo significa che non le è più consentito vivere la propria identità, ergendo invece un’astratta religione negativa a tirannico criterio ultimo, al quale tutti devono piegarsi. E questa sarebbe la libertà, per il solo fatto che libererebbe da tutto quello che è venuto prima.
In realtà si tratta di uno sviluppo che conduce sempre più a una rivendicazione intollerante da parte di una nuova religione che pretende di essere valida per tutti perchè razionale, anzi perchè è la ragione stessa che tutto conosce e che quindi stabilisce i criteri che devono essere determinati per ognuno.
La vera minaccia di fronte alla quale ci troviamo è che la tolleranza venga abolita in nome della tolleranza stessa.”

“Nessuno è costretto a essere cristiano. Ma nessuno deve essere costretto a vivere secondo la nuova religione , come se fosse l’unica e vera, vincolante per tutta l’umanità.”

“L’essere cristiano non deve ridursi a una specie di elemento arcaico che in qualche modo conservo, ma che vivo parallelamente alla modernità. L’essere cristiano è esso stesso qualcosa di vivvo, di moderno, che attraversa, formandola e plasmandola, tutta la mia modernità, e che quindi in un certo senso veramente la abbraccia”

“Proprio questa era una delle cose che stava più a cuore a Giovanni Paolo II: far comprendere con chiarezza che guardiamo a Cristo che viene; che quindi Colui che è venuto è molto di più anche Colui che viene, e che in questa prospettiva noi viviamo la fede rivolti al futuro.”

“Non preoccuparti del domani, a ciascun giorno basta la sua pena.”

“Non siamo un centro di produzione, non siamo un’impresa finalizzata al profitto, siamo Chiesa. Siamo una comunità di persone che vive nella fede. Il nostro compito non è creare un prodotto o avere successo nelle venite. Il nostro compito è vivere esemplarmente la fede, annunciarla, e mantenere in un profondo rapporto con Cristo, e così con Dio stesso, non un gruppo d’interesse, ma una comunità di uomini liberi che gratuitamente dà e che attraversa nazioni e culture, il tempo e lo spazio.”

“Le decisioni sulle persone sono difficili perchè nessuno può guardare nel cuore dell’altro e nessuno è esente da errori.”

“E’ importante che l’uomo sia anima nel corpo, che come corpo sia veramente se stesso e che a partire da qui concepisca il corpo positivamente e la sessualità come un dono positivo. Attraverso di essa l’uomo partecipa all’opera creatrice di Dio. E’ un grande compito scoprire questa concezione positiva e custodire questo tesoro che ci è stato affidato.”

“Essere uomini è come una scalata di montagna, con ripide salite, ma è solo attraverso di esse che raggiungiamo le cime e possiamo sperimentare la bellezza dell’essere.”

“Mi sono semplicemente detto che sono quel che sono. Non cerco di essere un altro. Quel che posso dare dò, e quel che non posso non cerco nemmeno di darlo. Non tento di fare di me qualcosa che non sono. Sono stato eletto – cosa di cui sono colpevoli i cardinali – e faccio quello che posso”

“Da un punto di vista giornalistico il viaggio in Africa è stato del tutto oscurato da un’unica mia frase. Mi è stato chiesto perchè la Chiesa Cattolica, relativamente all’AIDS, assumesse una posizione irrealistica ed inefficace. Così mi sono sentito veramente sfidato, perchè la Chiesa fa più di tutti gli altri. E continuo a sostenerlo; perchè la Chiesa è l’unica istitutzione veramente vicina alle persone, molto concretamente: nel prevenire, nell’educare, nell’aiutare, nel consigliare e nello stare a fianco; e perchè come nessun altro si cura di tanti malati di AIDS e, in particolare, di tantissimi bambini colpiti da questa malattia.”

“La Chiesa fa più degli altri perchè non parla solo dal pulpito dei giornali, ma aiuta i fratelli e le sorelle sul posto. In tale contesto non avevo preso posizione sul problema dei profilattici in generale, ma ho soltanto detto quello che poi ha suscitato tanto risentimento: che non si può risolvere il problema con la distribuzione dei profilattici. Bisogna fare molto di più. Dobbiamo stare vicini alle persone, guidarle, aiutarle, e questo anche prima che si ammalino”

“E poi naturalmente tocca sempre il cuore visitare i luoghi dell’Annunciazione, quello della Natività, quello della Crocifissione, il Sepolcro.”

“Di certo sono anche deluso; perchè, soprattutto nel mondo occidentale, c’è questa riluttanza per la Chiesa; perchè la secolarità si rende sempre più autonoma, sviluppa modalità che allontanano sempre più gli uomini dalla fede. Sono deluso perchè la tendenza generale del nostro tempo è di opposizione alla Chiesa. Credo però che questa sia anche la situazione cristiana, la lotta fra due tipi di amore. E’ statosempre così. Una volta è più forte una parte, una volta l’altra.”

“La chiesa diviene visibile agli uomini in molte cose: nella Caritas, nei progetti missionari, ma il luogo del quale se ne fa realmente maggiore esperienza come Chiesa, è la liturgia. … La liturgia è l’atto nel quale crediamo che Lui viene tra noi e noi lo tocchiamo. E’ l’atto nel quale si compie l’essenziale: entriamo in contatto con Dio. Egli viene a noi e noi veniamo illuminati da Lui”

“La Bibbia va letta con lo stesso spirito con cui fu scritta. Dev’essere letta nella sua interezza, nella sua unità. E questo è possibile unicamente se la si considera come libro del Popolo di Dio che procedendo va incontro a Cristo.”

“In effetti abbiamo bisogno, in certo qual modo, di isole, nelle quali viva e dalle quali si diffonda la fede in Dio e la profonda semplicità del Cristianesimo; oasi, arche di noè, nelle quali l’uomo può sempre trovare rifugio.”

“Il bene viene prima dei beni”

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: