Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Dagli scritti di Don Gino, missionario del Vangelo

“Ma i santi ci ricordano che il purgatorio occorre farlo qui. E anche questo è purgatorio.”

“La storia della Chiesa è prima di tutto e soprattutto una storia di carità.”

“La Chiesa lungo i secoli ha sempre continuato il gesto di S. Martino: quello di tagliare il mantello e di dividerlo. Lo pensai in Africa visitando un lebbrosario nel quale un giovane medico milanese, per fede, stava regalando al Signore e ai poveri la sua giovinezza con generosa allegria.”

“Fino a Costantino si entra nella Chiesa attraverso un catecumenato per adulti, vale a dire un cammino di fede lungo, serio, sistematico e progressivo che cambia, in chi lo vive, mentalità, costumi, criteri di vita, relazioni e decisioni. Poi, chi è cristiano lo è davvero, lo si vede. Non è come adesso che se guardi un signore o una signora qualsiasi nei loro rapporti coi soldi, col lavoro, con la casa, con il sesso, col tempo… non sai se sono cristiani o no, perché tanto fan tutti la stessa cosa. Si entrava nella Chiesa consapevolmente e dopo aver dato segni seri di conversione.
Ecco perché, di fronte alle persecuzioni, decine di migliaia di uomini, donne giovani. ragazzi, di ogni ceto e cultura, preferiscono il martirio piuttosto che abbandonare la Chiesa.
Quando i criteri per entrare nella Chiesa cambiano e cioè entrano tutti, con un rito che dura mezz’ora, imparando un po’ di preghiere e qualche regola morale, allora si abbandona la Chiesa per un nulla: per stirare, per starsene pigri a letto un’ora in più, per farsi una passeggiata o una braciolata. Altro che martirio!”

“Io ho imparato che all’ammasso si porta il grano, si portano le barbabietole, non il cervello!”

“La Chiesa, lottando a destra contro il liberalismo e a sinistra contro il comunismo o un socialismo confuso e radicaloide, ha difeso l’uomo, il suo lavoro, i suoi diritti e i suoi spazi di libertà. Essa ha difeso e costruito sul terreno una visione dell’uomo che è persona e popolo, mai massa cieca e manovrata, e mai individuo solitario ed egocentrico. Nel contempo si trattava di comporre l’equilibrio con le scienze che devono restare strumenti in mano dell’uomo e al servizio dell’uomo. Diversamente essa, la scienza, si perverte, producendo armi, guerra, manipolazioni genetiche, uno scenario nel quale diventiamo pezzi scambiabili come nelle costruzioni “Lego” dei nostri bambini.”

“La carità, intesa come servizio e accoglienza dei poveri, è senza dubbio una dimensione fondamentale della vita cristiana e della Chiesa.
Ma è la conseguenza di un essere, d’una vita già cristiana.
Cioè: la prima e più importante cosa che annuncia Gesù non è fare elemosina o servire i poveri, ma credere in Lui.
Perché soltanto chi crede in Lui e conforma la propria vita a Lui, poi, in un secondo momento, è capace di servire davvero.”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: