Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Il pendolo di Focault – Umberto Eco

“Se c’è uno specchio, è stadio umano, vuoi vederti”

“Il Demiurgo, l’odioso prodotto della Sophia, il primo arconte, Ildabaoth, il responsabile del mondo e del suo radicale difetto, aveva la forma di un serpente e di un leone, e i suoi occhi gettavano una luce di fuoco. Forse l’intero Conservatorie era un’immagine del processo infame per cui, dalla pienezza del primo principio, il pendolo, e dal fulgore del Pleroma, di eone in eone, l’Ogoade si sfalda e si perviene al regno cosmico, dove regna il Male.”

“…che dal momento che aveva scoperto di non poter essere un protagonista aveva deciso di essere uno spettatore intelligente.”

“La tragedia del suicida è che, appena fatto il salto dalla finestra, tra il settimo e il sesto piano ci ripensa:< oh se potessi tornare indietro!> Niente. Mai successo. Splash”

“Solo a sapere che, volendo, potrei ricordare, dimentico subito.”

“Credo che si diventi quel che nostro padre ci ha insegnato nei tempi morti, mentre non si preoccupava di educarci. Ci si forma su scarti di saggezza.”

“Non è che l’incredulo non debba credere a nulla. Non crede a tutto.”

“…mentre già i primi camion partivano per distribuire nelle edicole le menzogne del sistema”

“Interveniva sovente nelle conversazioni, al banco o a un tavolino, ma quasi sempre per lanciare una battuta che raggelava gli entusiasmi, di qualsiasi cosa si discorresse.”

“Dava del tu per mostrare che rispondeva alla volgarità con la volgarità, ma che esisteva un abisso tra prendersi confidenza e essere in confidenza.”

“Appartengo ad una generazione perduta e mi ritrovo soltanto quando assisto in compagnia alla solitudine dei miei simili.”

“…cercando di non farsi vedere passa denaro del tempio al solito usuraio ebreo che attende come un avvoltoio sul trespolo…”

“Non si scappa mai in linea retta. Sull’esempio ei Savoia a Torino, Napoleone III ha fatto sventrare Parigi trasformandola in una rete di boulevard, che tutti ammiriamo come capolavoro di sapienza urbanistica. ma le strade ritte servono a controllare meglio le folle in rivolta. Quando si può, vedi i Champs Elysèes, anche le vie laterali debbono essere larghe e dritte. Quando non si è potuto, come nelle stradette del Quartiere Latino, allora è lì che il maggio 68 ha dato il meglio di sè. Quando si scappa si entra nelle viuzze. nessuna forza pubblica può controllarle tutte, e anche i poliziotti hanno paura di penetrarvi in gruppi isolati.”

“Sa che si può essere ossessionati dal rimorso per tutta la vita, non per aver scelto l’errore, di cui almento ci si può pentire, ma per essersi trovati nell’impossibilità di provare a se stessi che non si sarebbe scelto l’errore…”

“Ha senso scegliere l’occasione sbagliata per convincersi che si sarebbe scelta l’occasione giusta?”

“I condizionali controfattuali sono sempre veri perchè la premessa è falsa”

“Il Martini è essenziale. non il whisky, il martini. il liquido è bianco, alzi il bicchiere e la vedi dietro all’oliva. Differenza tra guardare l’amata attraverso il Martini cocktail dove il calice triangolare è troppo piccolo e guardarla attraverso il gin martini on the rocks, bicchiere largo, il suo volto si scompone nel cubismo trasparente del ghiaccio, l’effetto si duplica se avvicinate i due bicchieri ciascuno con la fronte contro il freddo dei bicchieri e ltra fronte e fronte i due bicchieri – col calice non puoi.”

“…l’idea che tutto scorra e solo là in alto esista l’unico punto fermo dell’universo.”

“Gesù è la metafora del re del mondo, del fondatore reale dei Rosa-Croce. E con chi sbarca Gesù? Con sua moglie. Perchè nei Vangeli non si dice chi si è sposato a Cana? Ma perchè erano le nozze di Gesù, nozze di cui non si poteva parlare perchè erano con una peccatrice pubblica, maria maddalena. ecco perchè da allora tutti gli illuminati, da Simon mago a Postel, vanno a cercare il principio dell’eterno femminino in un bordello. pertanto gesù è il fondatode della stirpe reale di francia.”

“Partecipi prima e dopo. Dopo, se è maschio, lo plasmerai, gli creerai il suo bell’edipo come si conviene, ti presterai sorridente al parricidio rituale quando sarà giunto il momento, e senza fare storie, e poi un giorno gli mostrerai il tuo miserabile ufficio, le schede, le bozze della meravigliosa storia dei metalli e gli dirai figlio mio tutto questo un giorno sarà tuo.
E se è femmina?
Le dirai, figlia mia tutto questo un giorno sarà di quel fannullone di tuo marito.”

“Ma tra il sapere e il saper fare ce ne corre”

“Il vantaggio delle grandi città, ti sposti di pochi metri e ritrovi la solitudine”

“L’unico modo di mettere in imbarazzo il diavolo è fargli credere che non ci credi.”

“il vero iniziato è colui che sa che il più potente dei segreti è un segreto senza contenuto, perchè nessun nemico riuscirà a farglielo confessare, nessun fedele riuscirà a sottrarglielo.”

“Come si può passare una vita cercando l’Occasione, senza accorgersi che il momento decisivo, quello che giustifica la nascita e la morte, è già passato? non ritorna, ma è stato, irreversibilmente, pieno, sfolgorante, generoso come ogni rivelazione.”

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: