Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Il libro della Genesi – La Bibbia

“In principio Dio creò il cielo e la terra. La terra era deserta e vuota; le tenebre ricoprivano l’abisso e sulle acque aleggiava lo Spirito di Dio” (1,1)

“Poi Iddio disse: facciamo l’uomo a nostra immagine, secondo la nostra somiglianza: domini sopra i pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sugli animali domestici, su tutte le fiere della terra e sopra tutti i rettili che strisciano sopra la terra” (1,26)

“E Dio li benedisse e disse loro: prolificate, moltiplicatevi e riempite il mondo, assoggettatelo e dominate sopra i pesci del mare e su tutti gli uccelli del cielo e sopra tutti gli animali che si muovono sopra la terra” (1,28)

“Iddio concluse al settimo giorno l’opera sua, e in quel giorno cessò da ogni opera da Lui fatta, e benedisse quel giorno e lo santificò, perchè in esso aveva cessato da tutta la sua attività creatrice” (2,2)

“Allora il Signore Iddio formò l’uomo dalla polvere della terra e alitò nelle sue narici un soffio vitale, e l’uomo divenne un essere vivente” (2,7)

“E mentre dormiva Dio prese una delle sue costole, mettendo carne al suo posto; poi, con la costola tolta all’uomo, formò la donna e la condusse ad Adamo. Allora Adamo esclamò: questa, sì, è osso delle mie ossa e carne della mia carne! Questa sarà chiamata donna, perchè è stata tratta dall’uomo. Per questo l’uomo lascia suo padre e sua madre e si unisce alla sua donna e diventano una sola carne. Ora, Adamo e sua moglie erano ambedue nudi, e non avevano vergogna l’uno dell’altro” (2,21)

“Poi disse alla donna: moltiplicherò le doglie delle tue gravidanze; partorirai i figli nel dolore, tuttavia ti sentirai attratta con ardore verso tuo marito, ed egli dominerà su di te” (3,16)

“Col sudor di tua fronte magerai il pane, finchè ritornerai alla terra da cui sei stato tratto, poichè tu sei polvere e in polvere ritornerai” (3,19)

“Perciò il Signore Iddio cacciò Adamo dal giardino dell’Eden, perchè coltivasse la terra dalla quale era stato tratto; e dopo averlo cacciato, pose davanti al giardino di Eden i Cherubini e la fiamma della spada guizzante, per impedire l’accesso all’albero della vita” (3,23)

“Il Signore disse a Caino: perchè sei tu sdegnato, e perchè il tuo viso è contratto? Se tu fai bene, non potrai tenere alta la testa? Ma se tu fai male, il peccato non ti sta forse alla porta? Verso di te è la sua brama, ma tu devi  dominarlo.” (4,6)

“Caino si scagliò contro Abele, suo fratello, e lo uccise. Il Signore domandò a Caino: Dov’è Abele tuo fratello? Egli rispose: Non lo so: sono forse io il custode di mio fratello? Il Signore riprese: Che hai fatto? la voce del sangue di tuo fratello grida dalla terra fino a me!” Sii tu dunque maledetto e cacciato dalla terra, che ha aperto la bocca per ricevere dalla tua mano il sangue di tuo fratello” (4,8)

“Il Signore gli rispose: Orbene, chiunque ucciderà Caino, sarà punito sette volte tanto” (4,15)

“Matusalemme visse in tutto 969 anni, poi morì” (5,27)

“Allora il Signore disse: Il mio spirito non rimanga per sempre umiliato nell’uomo, perchè è carne: la sua vita non sarà che di 120 anni” (6,3)

“In quel tempo vi erano i giganti sulla terra e anche dopo, quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini, le quali generavano loro dei figli. Sono essi quegli eroi famosi fin dai tempi antichi.” (6,4)

“Il Signore, vedendo che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che tutti i pensieri concepiti nel loro cuore erano soltanto malvagi, si pentì di aver fatto l’uomo sulla terra e se ne addolorò in cuor suo; e disse: Sterminerò dalla faccia della terra l’uomo da me formato: uomini e animali, rettili e uccelli dell’aria, poichè mi pento di averli fatti. ma Noè trovò grazia agli occhi del Signore” (6,5)

“Aspettò ancora sette giorni, poi fece uscire di nuovo dall’arca la colomba, la quale tornò da lui, verso sera; ed ecco, essa aveva nel becco una foglia fresca d’ulivo. Noè comprese allora che le acque erano diminuite sopra la terra” (8,10)

“Io non maledirò più la terra a causa dell’uomo, poichè i pensieri del cuore umano sono malvagi fin dalla sua fanciullezza; non colpirò più ogni vivente, come ho fatto. Finchè la terra durerà, semina e raccolta, freddo e caldo, estate e inverno, giorno e notte, mai più cesseranno” (8,21)

“Tutto ciò che si muove e che ha vita vi servirà di nutrimento; vi do tutto questo come vi detti l’erba verde; solo non mangerete carne che abbia ancora la vita sua, cioè il suo sangue” (9,3)

“Da ciascuno dei suoi simili io chiederò soddisfazione per la vita dell’uomo. Chiunque spargerà il sangue dell’uomo, avrà il proprio sangue sparso dall’uomo, perchè Iddio ha fatto l’uomo a immagine sua. Voi siate fecondi, moltiplicatevi, riempite la terra e dominatela” (9,6)

“Io pongo il mio arco nelle nubi e servirà di segno del patto tra me e la terra. Quando accumulerò le nubi sopra la terra e si vedrà l’arcobaleno nelle nubi, allora io mi ricorderò del patto fra me e voi e tutti gli esseri viventi di ogni specie, e le acque non diventeranno più un diluvio per distruggere ogni carne” (9,13)

“I figli di Noè che uscirono dall’arca erano: Sem, Cam e Jafet. Cam è il padre di Canaan. Questi sono i tre figli di Noè e da questi fu ripopolata tutta la terra” (9,18)

“Noè cominciò a far l’agricoltore e piantò una vigna; ne bevve il vino, s’inebriò e dormiva ignudo all’interno della sua tenda” (9,20)

“Or, il Signore disse ad Abramo: Lascia il tuo paese, il tuo parentado, la casa di tuo padre e và nella terra che io ti mostrerò. Io farò di te un popolo grande, ti benedirò, renderò glorioso il tuo nome e tu sarai una benedizione. Benedirò quelli che benediranno te e maledirò quelli che ti malediranno: in te saranno benedetti tutti i popoli della terra” (12,1)

“E Abramo gli dette la decima di tutto” (14,20)

“Disse ancora Iddio ad Abramo: Osserverai il mio patto, tu e i tuoi discendenti nel corso delle loro generazioni. Il patto che io faccio tra me e voi, cioè i tuoi discendenti dopo di te, e che voi dovrete osservare, è questo: ogni maschio fra di voi sia circonciso. Voi reciderete la carne dal vostro prepuzio, e questo sarà il segno del patto tra me e voi” (17,9)

“Disse dunque il Signore: Il clamore che giunge a me da Sodoma e Gomorra è grande, e il loro peccato è gravissimo” (18,20)

“Faresti tu perire così il giusto insieme con l’empio?” (18,22)

“Allora il Signore fece piovere sopra Sodoma e sopra Gomorra zolfo e fuoco, da parte del Signore, e distrusse quelle città e tutta la pianura, tutti gli abitanti della città e ogni germinazione del suolo. Or, la moglie di Lot si voltò indietro a guardare e diventò una colonna di sale” (19,24)

“Abramo chiamò quel luogo col nome: Il Signore provvede. E perciò anche oggi si dice: Sul monte il Signore provvederà.” (22,14)

“Ed Egli disse: Non ti chiamerai più Giacobbe, ma Israele, perchè sei stato forte contro Dio e con gli uomini ed hai vinto” (32,29)

“Per questo gli Israeliti fino ad oggi non mangiano il nervo sciatico, perchè l’angelo aveva toccato Giacobbe nell’articolazione della coscia, nel nervo sciatico”

“E Dio gli disse: Il tuo nome è Giacobbe, ma non ti si chiamerà più Giacobbe: il tuo nome sarà Israele. E lo chiamò Israele” (35,10)

“Tutti i suoi figli e tutte le sue figlie si levarono a consolarlo, ma egli rifiutò ogni consolazione dicendo: No, è in lutto che voglio discendere presso mio figlio nel soggiorno dei morti” (37,35)

“E furono portate per lui da solo e per loro a parte, e per gli Egiziani che mangiavano con lui, a parte; perchè gli Egiziani non possono mangiare insieme con gli Ebrei: è cosa abominevole per loro.” (43,32)

“Dunque non voi mi avete mandato qui, ma Iddio” (45,8)

“Dio gli disse: io sono Iddio, Iddio di tuo padre. Non temere di scendere in Egitto, perchè là io ti farò divenire un gran popolo. Scenderò con te in Egitto, e ti farò ancora di là ritornare; Giuseppe ti chiuderà gli occhi.” (46,8)

“Poi Israele disse a Giuseppe: Ecco, io muoio; ma Iddio sarà con voi e vi ricondurrà nella terra dei costri padri” (48,21)

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: