Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Napolèon – Max Gallo

“Straniero? Può darsi. Sottomesso? Mai!”

“Parigi, così vasta, così munifica, così ribollente, è anche un mare”

“…con la sua penna breve, rapida, che aggredisce il foglio perchè il pensiero è troppo veloce per la mano”

“Amo elevarmi al di sopra dell’orizzonte”

“Il dovere mi obbliga a odiare gli uomini che la virtù m’impone di odiare” (Nap.)

“E’ così grande lo scarto tra quello che si vorrebbe e quello che è! E’ questa la vita?”

“Osservate un giovane uomo all’età di tredici anni: ama il suo amico come la sua amante a venti. L’egoismo nasce presto. A quarant’anni l’uomo ama la sua fortuna, a sessanta soltanto se stesso. Che cos’è dunque l’amore? Il sentimento della propria debolezza di cui l’uomo solitario o isolato non tarda a compenetrarsi” (Nap)

“…le anime ardenti come il fuoco dell’Etna” (Nap)

“I popoli sono onde agitate dal vento. Sotto un cattivo impulso, tutte le loro passioni si scatenano” (Nap.)

“Questa città (Parigi) è sempre la stessa; tutto per il piacere, tutto per le donne, per gli spettacoli, i balli le passeggiate, gli atelier degli artisti”

“Si può fare tutto con le baionette, tranne appoggiarvisi” (Nap.)

“La guerra assomiglia al gioco della dama, la politica a quello degli scacchi”

“Misuro i miei sogni con il compasso della ragione” (nap.)

“Una grande reputazione è come un grande rumore. Più se ne fa, più si sente lontano. Le leggi, le istituzioni, i monumenti, tutto cade. Ma il rumore resta e riecheggia nelle generazioni successive” (Nap.)

“Dieci uomini che parlano fanno più rumore di diecimila che tacciono”

“L’opinione pubblica è una potenza invisibile, misteriosa, alla quale nulla può resistere, ma non c’è nulla di più mobile, di più vago e più forte”

“La morte non è niente, ma vivere vinti e senza gloria è come morire tutti i giorni” (Nap.)

“Soldati, voi avete superato la fama degli eserciti moderni, ma avete forse eguagliato la gloria di quelli di Roma che, in una stessa campagna, trionfavano sul Reno e sull’Eufrate, in Illiria e sul Tago?”

“Il destino è stato più forte di me. E tuttavia, quale sventura per la Francia, per l’Europa…ero diventato l’arca dell’antica e della nuova alleanza, il mediatore naturale tra il vecchio e il nuovo ordine. Possedevo i principi e la fiducia del primo, mi ero identificato con il secondo. Appartenevo a emtrambi; avrei fatto in coscienza la parte di ciascuno…Presto l’Europa sarebbe divenuta tale che la gente di ciascun popolo, ovunque fosse andata, si sarebbe ritrovata sempre nella patria comune” (Nap.)

“Nulla è perduto, poichè sta nascendo un altro giorno”

“Meglio sarebbe non aver vissuto, che non lasciare tracce della propria esistenza”

“Occore più coraggio per soffrire che per morire”

“Ho fiducia nella Storia. Ho avuto tanti adulatori, e l’ora presente appartiene ai detrattori accaniti. Ma la gloria degli uomini famosi è come laloro vita, esposta a fortune alterne. Verrà un giorno in cui solo l’amore della verità animerà scrittori imparziali”

“Senza voi Inglesi, sarei diventato Imperatore d’Oriente. Ma dove c’è abbastanza acqua per far galleggiare una barca, si può star sicuri di incontrarvi”

Advertisements

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: