Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Contro I Cristiani – Celso

“I Cristiani usano formare tra loro associazioni segrete contro le leggi: infatti le associazioni o sono palesi, e sono quelle conformi alle leggi, o segrete, cioè quelle che si formano contro le leggi stesse”

“Ma nell’accogliere le dottrine bisogna seguire la ragione di una guida razionale, perchè chi accoglie il pensiero altrui senza questa precauzione è sicuramente passibile d’inganno”

“Alcuni su ciò in cui credono non sono disposti nè a dar conto nè a riceverne, ma si limitano a dire “abbi fede””

“Chi mai, inviato quale messaggero, si nasconde, mentre dovrebbe annunciare ciò che gli è stato ordinato?”

“All’inizio erano in poche e avevano una sola opinione; disseminatisi fino a diventare moltitudine, ecco che a loro volta si dividono e si separano e ciascuno vuole avere la sua propria setta, perchè questo fin dal principio essi cercavano”

“Ma noi vediamo bene che anche quelli che nelle piazze vanno esponendo le più screditate dottrine e poi fanno la questua non s’azzarderebbero mai ad avvicinarsi a un gruppo di uomini assennati e ad esporre tra questi le loro meraviglie; mentre dove vedono dei ragazzini o una turba di schiavi o un gruppo di uomini stolti, là si spingono a menar vanto”

“Mutare infatti natura è la cosa più difficile del mondo”

“Ebrei e Cristiani si potrebbero paragonare aduna frotta di pipistrelli o a formiche che escono dalla loro tana o a rane che siedono a consesso intorno ad una pozzanghera o a vermi che tengono assemblea in un angolo di un pantano e discutono tra loro per stabilire chi di essi sia più grande peccatore e dicono così:” E’ a noi che Dio rivela e preannuncia ogni cosa. Tralasciando tutto quanto l’universo e il corso del cielo, e trascurando la terra che è così grande, solo per noi governa, solo a noi manda messaggeri emai cessa di inviarli e di provvedere a che noi siamo sempre uniti a Lui. Esiste Dio e, dopo di Lui, noi vermi da Lui creati ed a Lui in tutto simili; a noi tutte le cose sono subordinate: la terra, l’acqua, l’aria e le stelle. Tutto esiste per noi ed è stato disposto al nostro servizio. Ora, poichè alcuni di noi peccano, Dio verrà o manderà Suo figlio ad incenerire gli ingiusti e a permettere a tutti gli altri di vivere eternamente con Lui”. Ora, tutte queste pretese si potrebbero tollerare in una discussione tra vermi e rane più che nella disputa fra Ebrei e Cristiani”

“Gli Ebrei infatti sono schiavi fuggiti dall’Egitto e non hanno mai fatto nulla di importante nè sono mai stati in alcun conto e numero, come si deduce dal fatto che presso i Greci non si trova assolutamente cenno della loro storia”

“Gli Ebrei invece, rannicchiati in un non so quale ancgolo della Palestina, privi di qualsiasi cultura e senza aver mai sentito dire che queste leggende già da gran tempo erano state illustrate da Esiodo e da un’infinità di uomini ispirati, misero insieme favole le più incredibili e grossolane: un uomo sarebbe stato plasmato dalle mani di Dio e quindi insufflato, una donna sarebbe stata creata dal suo costato, Dio avrebbe imposto certi comandamenti cui un serpente avrebbe contrastato e questo serpente avrebbe alla fine prevalso sui comandi di Dio. Favole, come si vede, buone per essere raccontate alle vecchiette e nelle quali, nella maniera più empia, si rappresenta Dio già fin dall’inizio impotente ed incapace di farsi ubbidire persino da quell’unico uomo che egli stesso aveva plasmato”

“Affermano dunque che Dio ha creato ogni cosa per l’uomo, Ma in realtà ogni cosa è nata non più per gli uomini che per gli animali privi di parola”

“Non per l’uomo sono state create tutte le cose, come neppure per il leone, nè per l’aquila, nè per il delfino, ma perchè questo universo, quale opera di Dio, riceva da tutte quante le parti completezza e perfezione”

“Nè Dio si adira a causa degli uomini come non si adira nemmeno per le scimmie o per i topi, nè a questi esseri rivolge minacce. Ciascuno di essi, nella sua specifica parte, ha ricevuto la sua sorte”

“Se si proponesse a tutti gli uomini di scegliere le usanze migliori tra tutte quante le usanze, dopo attenta considerazione ciascuno sceglierebbe le proprie, tanto ciascuno ritiene le proprie usanze di gran lunga le più belle”

“Il Creatore e Padre di questo universo è difficile impresa scoprirlo e, una volta scoperto, è impossibile comunicarlo a tutti”

“E’ legge di natura questa: tutti gli uomini sperimentano i mali”

“E volesse il cielo che fosse possibile una concordia nel nome di una sola legge tra quelli che abitano l’Asia, l’Europa, l’Africa, Greci e barbari, fino ai confini estremi del mondo! Ma chi crede a questo non sa niente”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: