Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

Il Tiranno – Manfredi

“Non c’è infatti nulla di peggio per un essere umano che finire in balìa di un altro essere umano”

“Passarono altri due giorni prima di giungere in vista dell’etna ancora incappucciato di neve, alto, con il suo pennacchio di fumo, su di un golfo meraviglioso, sulla pianura costiera piena di olivi e di viti che cominciavano a mettere le prime tenere foglie di primavera”

“La vista dell’Etna con i suoi fiumi di fuoco, i boati che squassavano la terra, l’incombere delle rupi da oriente, le cupe foreste…tutto appariva immane e minaccioso”

“Dionisio le si stese accanto e si sentì avvolgere dal tepore e dal profumo di lei, la vide trasfigurarsi a mano a mano che lui riusciva a suscitare il piacere dal suo corpo verginale: gli occhi brillare di una luce dorata, le labbra inturgidirci, il volto distendersi in una trasparenza quasi ialina. Rispondeva a ogni carezza, a ogni bacio con altrettanto calore, con innocente lussuria. Fu lei ad attirarlo dentro di sè sciogliendo la sua ritrosia di guerriero con la calda intensità dello sguardo, con l’incanto del suo seno immacolato, stringendo come un’amazzone i suoi fianchi fra le cosce. Si amarono finchè bruciò la fiammella della lucerna, fino a giacere estenuati in uno stato di semincoscienza, come immersi in una beatitudine torpida e umida. Scivolarono dall’amore nel sogno senza accorgersene: la luce perlacea di un’aurora marina li trovò ancora abbracciati, coperti solo della loro bellezza”

“Ciò che resta di noi, una volta che abbiamo varcato la soglia dell’Ade, non è il ricordo veritiero di ciò che abbiamo compiuto ma l’immagine che di noi è stata plasmata dalla storia”

“E la storia va dove vuole, è come un fiume enorme che ora corre sul suo cammino; ora invece avanza lentamente in pigre volute e sembra lasciarsi domare e guidare persino da uomini mediocri. La Storia è un mistero, un impasto di passioni, orrori, speranze, entusiasmi, meschinità; è sorte e casualità, così come è anche il prodotto di volontà precise e caparbie come la tua, certo. La Storia è il desiderio di superare la nostra miseria di uomini, è l’unico monumento che ci sopravvivrà. Anche quando i nostri templi e le nostre mura saranno caduti in rovina, quando i nostri dei e i nostri eroi saranno solo fantasmi, immagini sbiadite dal tempo, statue mutilate e corrose, la Storia ricorderà ciò che abbiamo fatto e il ricordo che sopravvivrà di noi è l’unica immortalità che ci è concessa”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Il Tiranno – Manfredi

  1. Pingback: Libro 24 di 30: Il Tiranno (Valerio Massimo Manfredi) « Lucia Alocchi – The Chamaleidoscope's blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: