Frasiarzianti's Blog

Le frasi più belle tratte dai libri letti

L’uomo Che Ride – Hugo

“Che ne sarebbe dello Stato se nessuno acconsentisse a servire? Dovrebbe fermarsi tutto? Stare al proprio posto è la prerogativa del buon cittadino. Sappiate sacrificare le vostre preferenze segrete. Gli impieghi vanno mantenuti. Bisogna pure che qualcuno vi si dedichi. Essere fedeli agli incarici pubblici è fedeltà. La diserzione dei funzionari sarebbe la paralisi dello Stato. Vi mette al bando da soli? è penoso! è un esempio? Che vanità! è una sfida? Che audacia! Chi credete dunque di essere? Sappiate che noi valiamo quanto voi. E noi non disertiamo. Se volessimo, anche noi saremmo intrattabili e indomabili, e faremmo peggio di voi. Ma preferiamo dimostrarci persone intelligenti. Perchè sono Trimalcione, non mi credete capace di essere Catone” (immaginario discorso ironico della plebe nei confronti dei lord in Inghilterra)

“Ma perchè il popolo è ignorante? Perchè dev’esserlo. L’ignoranza è custode delle virtù. Dove non ci sono prospettive, non ci sono ambizioni; l’ignorante è in una notte benefica che, sopprimendo lo sguardo, sopprime le brame. Di qui l’innocenza. Chi legge pensa, chi pensa ragiona. Non ragionare è un dovere; è anche una fortuna. Queste sono verità incontestabili. Su cui si regge la società”

“I grandi sono ciò che vogliono, i piccoli sono ciò che possono”

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: